Stiva infestata da ragni grossi come palline da ping-pong: l'esito delle analisi

Sono giunti i responsi degli esperti dell'Istituto Zooprofilattico di Reggio Emilia sui ragni che infestavano la stiva di una nave arrivata dalla Russia a attraccata venerdì al porto

Il ragno ritrovato nella stiva

Sono giunti i responsi degli esperti dell'Istituto Zooprofilattico di Reggio Emilia sui ragni che infestavano la stiva di una nave arrivata dalla Russia a attraccata venerdì al porto di Ravenna. Una volta scoperte le ragnatele e le centinaia, se non migliaia ,di grossi ragni delle dimensioni di una pallina da ping pong, le operazioni di scarico sono state subito sospese. 

Dopo i prelievi del personale specializzato per la tutela della salute è subito scattata la disinfestazione. La nave trasportava grossi tubi metallici. All'interno di essi, pur in assenza di merce alimentare, i ragni hanno proliferato a tal punto da consigliare un intervento specializzato prima di scaricare la merce. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli esemplari analizzati dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna "Bruno Ubertini" di Reggio Emilia, per verificare di che specie si tratti e se sia pericolosa per l'uomo e per l'ecosistema locale, hanno indicato che si tratta di ragni del gruppo araneidae, genere nuctenea. Questi ragni sono presenti anche in Europa Centrale e Meridionale e, nonostante la loro dimensione piuttosto impressionante, sono considerati innocui. Il loro pizzico al massimo produce gonfiore e prurito, come reazioni cutanee solo locali. Claudio Venturelli, coordinatore gruppo entomologia dell'Ausl Romagna, in contatto con l'Istituto zooprofilattico di Reggio Emilia, fa sapere che di solito questi ragni escono al tramonto, tessono una tela in luoghi bui e dalla forma disordinata, con la caratteristica di un filo centrale sciolto che fa da allarme per indicare quando la preda è caduta nella ragnatela. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento