rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Raul Gardini diventa un mosaico in bioplastica per ricordare le sue scelte innovative

Si tratta del primo mosaico in bioplastica realizzato con metodo ravennate. La scelta dei materiali richiama gli ideali di chimica innovativa anticipati da Gardini nei primi anni ’90

A 25 anni dalla scomparsa del noto imprenditore ravennate Raul Gardini, l’Associazione Dis-Ordine, in occasione degli eventi in memoria organizzati dalla Città di Ravenna, realizza un ritratto di Raul Gardini tratto da un disegno a penna di Davide Reviati con materiali plastici biodegradabili confezionati appositamente da Novamont.

L’opera, creata in poche ore da Giorgia Baroncelli, Francesco Casadio, Edoardo Missiroli, Elena Pagani, Gabriela Rigoni, Chiara Sansoni, Serena Saporetti con la supervisione di Marcello Landi, è stata esposta nel foyer del Teatro Alighieri la sera di lunedì durante il concerto dedicato dal Maestro Riccardo Muti all’amico Raul Gardini. Presenti al concerto e compiaciuti per l’opera Catia Bastioli di Novamont, l’inventore dell’economia blu Gunter Pauli e la moglie Katharina Bach. Si tratta del primo mosaico in bioplastica realizzato con metodo ravennate. La scelta dei materiali richiama gli ideali di chimica innovativa anticipati da Gardini nei primi anni ’90.

Presentazione ritratto Raul Gardini realizzato in bioplastica-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raul Gardini diventa un mosaico in bioplastica per ricordare le sue scelte innovative

RavennaToday è in caricamento