Ravegnana chiusa: "Le strade alternative sono poco illuminate e stanno crollando"

I consiglieri territoriali Lorenzo Zandoli, Nicola Pompignoli e Enrico Sangiorgi della Lega, tramite il capogruppo Samantha Gardin, hanno inviato al sindaco un question time urgente

"Il comune e il sindaco de Pascale intervengano chiedendo tempi celeri e certi per la fine dei lavori della Ravegnana con Anas e nel contempo chiedano la messa in sicurezza della deviazione poco illuminata. Inoltre serve un piano di manutenzione delle strade secondarie che oggi sopperiscono alla chiusura della Ravegnana, perché stanno crollando". I consiglieri territoriali Lorenzo Zandoli, Nicola Pompignoli e Enrico Sangiorgi della Lega, tramite il capogruppo Samantha Gardin, hanno inviato al sindaco un question time urgente per chiedere chiarimenti in merito all’incidente occorso mercoledì mattina all’altezza della deviazione della Ravegnana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tre consiglieri intervengono chiedendo che il sindaco "si faccia carico di chiedere tempi certi all’Anas per il ripristino della viabilità e chieda urgentemente di mettere in sicurezza con segnali luminosi e una maggiore illuminazione verticale dell’incrocio di Longana al fine di evitare nuovi incidenti". Gardin inoltre, riprendendo il question time di poche settimane fa, chiede che "la viabilità secondaria, come via Viazza e via Rustica, che oggi sono sottoposte a notevole usura e che a loro volta non sono sufficientemente illuminate, siano oggetto di un piano di rotazione di manutenzione, variando quindi le deviaizoni obbligatorie, al fine di ripristinare le asfaltature ed evitare che tutto il forese sia ulteriormente danneggiato da strade che fra un anno saranno completamente distrutte e creando ulteriori disagi ai cittadini e alle attività limitrofe che già soffrono questa situazione. Inoltre - conclude la consigliera d'opposizione - da un sopralluogo fatto presso la diga caduta si evince che le palancole piantate per fare i lavori di ripristino stanno creando una deviazione del flusso dell’acqua che sta erodendo l’argine opposto, e anche questo è un punto del question time che chiede al sindaco di informare l’autorità di bacino competente sul Ronco perché venga monitorata al situazione per evitare ulteriori danni ai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Il cuore grande dei romagnoli: vacanze in campeggio gratis per medici e infermieri

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

  • Coronavirus, rallentano i contagi e crescono i guariti. Ma Ravenna conta un altro morto

Torna su
RavennaToday è in caricamento