rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Ravenna al primo posto per i furti in casa: "Serve un'assicurazione collettiva a basso costo"

E' la proposta che arriva dal capogruppo di Lista per Ravenna nel consiglio del centro urbano Stefano Donati

Una polizza assicurativa collettiva e a basso costo a copertura dei danni prodotti da furto in abitazione: è la proposta che arriva dal capogruppo di Lista per Ravenna nel consiglio del centro urbano Stefano Donati e che verrà presentata al Comune di Ravenna tramite lo stesso consiglio territoriale.

"Ravenna occupa da anni costantemente le posizioni più alte della classifica per furti in abitazione (secondo gli ultimi dati Istat, relativi al 2015, Ravenna è al primo posto in assoluto in Italia, ndr) - commenta Donati - Nonostante il lavoro delle forze dell’ordine sia encomiabile, riteniamo opportuno offrire alle vittime di questi reati un supporto che garantisca loro il rimborso economico dei danni patiti, alleviandone lo stato di frustrazione e ansia  che spesso ne subiscono. La prima proposta che presenteremo riguarda l’attivazione di una polizza assicurativa collettiva a copertura dei danni prodotti da furto in abitazione. I cittadini residenti nel territorio comunale potranno stipularla con la compagnia assicurativa, che l’amministrazione comunale selezionerà attraverso un bando, a un costo che, raggiungendo il numero minimo di adesioni, può essere davvero molto basso. Nelle città dove il servizio è già attivo, alcune della quali nell’Emilia-Romagna, è infatti possibile sottoscrivere la polizza con un contributo variabile tra i 10 e i 40 euro a famiglia. Le garanzie che si propone siano prestate dall’assicurazione potrebbero essere applicate agli arredamenti, televisori, elettrodomestici, ma anche al denaro, ai valori e alle opere d’arte presenti nell’abitazione, così come ai danni a fissi e infissi, agli atti vandalici e agli altri beni esposti all’aperto entro la recinzione dell’abitazione".

"È inoltre auspicabile integrare queste polizze con servizi ulteriori di supporto alla persona, per tutti quei nuclei familiari nei quali sia presente almeno una persona anziana oltre una soglia di età da definire, oppure persone con disabilità - conclude Donati - Potrebbero richiedere l’esecuzione degli interventi artigianali di ripristino delle serrature, dei vetri, degli apparati elettrici o di riordino dell’alloggio messo a soqquadro, se necessario anche l’arrivo di un medico o la consegna di medicinali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna al primo posto per i furti in casa: "Serve un'assicurazione collettiva a basso costo"

RavennaToday è in caricamento