rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Cimitero, "5 locali adibiti a servizi pubblici": Azimut replica ad Ancisi (LpRa)

Azimut Spa replica così al capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, che nei giorni scorsi ha sollevato il problema dei servizi igienici nel luogo sacro

Nel cimitero comunale di Ravenna "esistono cinque locali adibiti a servizi pubblici, per un totale di 21 vasi/orinatoi e 10 lavabi. Un numero che si ritiene sufficiente per gli utenti del Cimitero, anche in vista dell'imminente ricorrenza dei Defunti". Azimut Spa replica così al capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, che nei giorni scorsi ha sollevato il problema dei servizi igienici nel luogo sacro.

"In altri cimiteri della provincia gestiti da Azimut, ossia nel faentino, la presenza di un numero minore di servizi farà sì che l'azienda - nel corso delle festività - si attrezzi con wc chimici amovibili (cosa per la quale ci si è già organizzati) - continua la nota -. Non si ritiene peraltro, vista la situazione sopra descritta, che la stessa cosa sia necessaria nel Cimitero principale di Ravenna".

Quindi un'ultima precisazione: "la cifra, che “i cittadini hanno versato ad Azimut” per i Servizi Cimiteriali resi, riportata dagli stessi articoli, è di fatto il ricavo al lordo dei costi di tutti i Servizi Cimiteriali che Azimut svolge anche nei territori di Faenza, Cervia, Castelbolognese, Bagnacavallo".

LA CONTROREPLICA - Ancisi ha quindi controreplicato: "Sulla pianta del cimitero gli ambienti contenenti servizi igienici però sono quattro. Ma Azimut, evitando di far sapere dove sarebbero collocati e tanto meno dal pubblicare la pianta del cimitero, si guarda bene dal dire che, rispetto a quello dell’ingresso di via del Cimitero, gli altri tre sono tutti sull’altro lato estremo, quasi al confine con lo stabilimento: dunque tutti a ottocento metri di distanza. Cosicché, oltre al mio errore, da matita rossa, resta quello di Azimut, da matita blu, di non considerare che <>: cioè la sostanza già esposta nella mia interrogazione.

Per Ancisi "il ridicolo sta nell’aver elencato, da parte di Azimut, <>, come se in ogni ambiente non ce ne debba essere un buon numero, distinti almeno tra uomini e donne. Ed inoltre, nella puntualizzazione secondo cui i 6 milioni e 469 mila 581 euro pagati ad Azimut dai cittadini, con le tariffe (esose) dei servizi cimiteriali, sono “il ricavo al lordo dei costi” (al netto non sarebbero più un ricavo, ma un utile, come sanno alle scuole elementari) e che non sono solo per i servizi cimiteriali di Ravenna, ma anche per quelli di Faenza, Cervia, Castelbolognese, Bagnacavallo. Non ho detto diversamente, anche perché, in quel poco di bilancio che fanno vedere ai consiglieri comunali, i ricavi non sono distinti per Comuni. Ci dicano allora quanto hanno pagato da soli i cittadini di Ravenna. Ad occhio tra i 4 e 5 milioni e forse più. Pochi per qualche wc in più al centro del proprio cimitero urbano?".

"Ma siccome, quando il gioco si fa duro, i calciatori di razza non tirano la gamba indietro, il supplemento di analisi impostomi dalla “smentita” di Azimut mi obbliga a contestare che, dei quattro ambienti riservati ai servizi igienici nel cimitero di Ravenna, solo uno, collocato verso il confine dalla parte Enichem, è accessibile e fruibile dai disabili, a ottocento metri dall’ingresso principale di via del Cimitero - aggiunge Ancisi -. Ne informo l’Ausl perché verifichi se la legge sull’abbattimento delle barriere architettoniche è rispettata e proceda di conseguenza. Ognuno può immaginare cosa succederebbe al titolare di un esercizio pubblico posto ad un ingresso della città se mandasse i suoi clienti disabili ad espletare i loro bisogni all’opposto della città stessa; e chiedersi a cosa di meglio dovrebbero servire quel 2.048.591 euro di utili che Azimut ha lucrato solamente negli ultimi due anni dalle tariffe pagate dagli utenti dei servizi cimiteriali che gestisce senza concorrenti, in regime di monopolio".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero, "5 locali adibiti a servizi pubblici": Azimut replica ad Ancisi (LpRa)

RavennaToday è in caricamento