rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

La piccola Almeda torna a Ravenna: ad attenderla una nuova casa

Il suo caso ha toccato il cuore di tutta la città provocando una gara di solidarietà che ha sostenuto la sua famiglia in questo periodo di difficoltà

Tutto è pronto per accogliere nel modo migliore la piccola Almeda, al suo ritorno a Ravenna dopo dieci mesi di cure ospedaliere. La bambina fu vittima di un incidente stradale in luglio dell’anno scorso lungo via Canale Molinetto mentre si recava a scuola. Il suo caso ha toccato il cuore di tutta la città provocando una gara di solidarietà che ha sostenuto la sua famiglia in questo periodo di difficoltà. Al suo rientro a Ravenna, tra circa una settimana, Almeda troverà la sorpresa di una nuova casa. L’abitazione è stata messa a disposizione da Acer in tempi record, e risponde alle necessità che il suo stato richiede.

Le chiavi della nuova casa sono state consegnate al padre di Almeda dalla presidente di Acer, Emanuela Giangrandi, nel tardo pomeriggio di giovedì, nel corso di una breve cerimonia che si è svolta in municipio alla presenza del sindaco Fabrizio Matteucci, dell’assessora alle politiche sociali Giovanna Piaia. Erano presenti anche i rappresentanti del gruppo Facebook "Sei di Ravenna se..." che hanno consegnato alla famiglia di Almeda sia la somma ricavata dalla iniziativa che si è svolta in piazza del popolo il 4 maggio scorso- 1.800 euro- con quasi un migliaio di persone artefici della scritta umana "We are Ravenna”, che i tanti messaggi  di sostegno e augurio che molti dei partecipanti hanno voluto esprimere alla bambina,  e un filmato che raccoglie filmati e fotografie della giornata, realizzato da Asaps (Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale).

Tra i regali che Almeda troverà al suo ritorno anche un ciclo completo di terapia riabilitativa equestre per il recupero funzionale di tutte le attività psico/fisiche offerta dalla Scuderia del Borgo Centro ippoterapico rappresentata all’incontro dalla presidente Cristiana Ravaioli. Il padre di Almeda, Miri Darvishi ha ringraziato per l’impegno profuso da tutta la città favore della figlioletta, dopo essersi intrattenuto in una affettuosa e commossa conversazione con il sindaco Matteucci, al quale ha raccontato brevemente della sua esperienza in Italia. Il sindaco si è complimentato con lui per la sua buona pronuncia dell’italiano e gli ha espresso i migliori auguri per la piccola, e gli ha detto che i suoi ringraziamenti erano per “le splendide persone ravennati che si sono date da fare”.

Flavio Vichi amministratore del gruppo Facebook "Sei di Ravenna se..."  ha commentato così il felice epilogo del loro impegno: “Le parole sarebbero insufficienti per spiegare ciò che il nostro staff sta vivendo: ‘Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi, emozioni..." cantava Lucio Battisti   Speriamo di trasmettere le nostre emozioni attraverso queste poche righe a tutti coloro che hanno dato un contributo per la piccola Almeda, ma anche a coloro che col cuore avrebbero voluto farlo ma non sono riusciti a causa della crisi che attanaglia il nostro paese. Un ultimo grazie a tutte le persone che con impegno e spirito hanno contribuito alla buona riuscita dell'evento". Giovedì sera il padre di Almeda ha partecipato alla fiaccolata organizzata dal gruppo Facebook “Sei di Ravenna se…” in ricordo di Alessio Lunardini,il ragazzo dodicenne morto nei giorni scorsi a seguito di un incidente stradale mentre andava a scuola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La piccola Almeda torna a Ravenna: ad attenderla una nuova casa

RavennaToday è in caricamento