rotate-mobile
Cronaca

Ravenna dice 'no' alla guerra: la piazza è vicina al popolo ucraino e condanna l'attacco di Putin

Centinaia di partecipanti alla manifestazione indetta dai sindacati: in piazza del Popolo tante bandiere della pace e dell'Ucraina, ma anche cartelli e striscioni per criticare Putin e l'invasione da parte della Russia

Una piazza piena di persone, con bandiere della pace e con cartelli giallo-blu, i colori dell'Ucraina. Tantissimi ravennati hanno risposto all'appello dei sindacati Cgil, Cisl e Uil che hanno organizzato per lunedì pomeriggio un presidio in piazza del Popolo per dire no alla guerra. Un appuntamento a cui hanno aderito numerose istituzioni e associazioni del territorio. Molti cittadini si sono dunque riuniti nella piazza centrale di Ravenna per dire che "La guerra non puó essere strumento di risoluzione delle controversie internazionali", come scrive la Cgil ravennate sui suoi canali social, e per esprimere piena solidarietà al popolo ucraino che soffre per il conflitto in atto. Non solo, oltre alle bandiere, tanti manifestanti hanno esposto anche striscioni e cartelli con dure critiche a Putin e alla Russia. In piazza si potevano quindi leggere cartelli come "Fermate la Russia", vedere l'immagine di Putin sormontata dalla scritta "assassino" o accostata al volto di Hitler.

In tantissimi in piazza per dire 'no' alla guerra (foto Massimo Argnani)

All’iniziativa hanno aderito: Anpi, Arci, Coordinamento per la Pace Bagnacavallo, Libera, Arcigay, Sunia, Federconsumatori, Movimento Consumatori Ravenna, Coordinamento per la Democrazia Costituzionale Provincia di Ravenna, PD Ravenna, Pri, Associazione Libere Donne, Casa delle Donne, Articolo Uno, Ravenna Coraggiosa, Consulta Antifascista di Ravenna, Acli Ravenna, Amnesty Ravenna, Gruppo Emergency di Ravenna, Associazione Nigeriana di Ravenna, Auser, Femminile Maschile Plurale, Comitato in Difesa Costituzione Bagnacavallo, Comitato in Difesa Costituzione Ravenna, Avvocati di Strada, Cooperativa Sociale Teranga, Associazione Life, Cooperativa Terra Mia, Romania Mare, Associazione Polonia, Ribellarti, Amici di Lourene, Associazione Cittadini del Pianeta, Jappo Associazione Donne Senegalesi, Amici di Rekko 7 Ravenna, Udi Ravenna, Linea Rosa, Rifondazione Comunista, Donne in Nero, Sinistra Italiana Ravenna, Overall, Terzo Mondo, Shahrazad.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna dice 'no' alla guerra: la piazza è vicina al popolo ucraino e condanna l'attacco di Putin

RavennaToday è in caricamento