Cronaca

Ravenna in lutto per la morte di Glauco Cavassini: "Punto di riferimento per il volontariato"

“Perdiamo una persona che è stata molto importante per la nostra comunità, molto apprezzata per le sue qualità professionali e umane"

Appresa la notizia della morte di Glauco Cavassini, segretario della Cna di Ravenna dal 1975 al 1985, il sindaco Michele de Pascale esprime il cordoglio proprio e dell’Amministrazione comunale: “Perdiamo una persona che è stata molto importante per la nostra comunità, punto di riferimento per il settore dell’artigianato e per il mondo del volontariato, molto apprezzata per le sue qualità professionali e umane. Rivolgiamo un pensiero affettuoso al figlio Filippo, in questo doloro momento”.

Grande conoscitore dell’artigianato e della piccola impresa diffusa, cui ha dedicato gran parte della sua vita lavorativa, il nome di Cavassini è legato in modo profondo e sincero alla storia dell’imprenditoria del nostro territorio e ha rappresentato per anni un punto di riferimento per tutta la nostra comunità. Oltre a dirigere l’associazione provinciale per un decennio, è stato anche vicesegretario della Cna regionale dal 1986 al 2003, vicepresidente della Camera di Commercio di Ravenna e Presidente della Commissione Regionale dell’Artigianato e componente della Commissione Provinciale dell’Artigianato.

“La Cna di Ravenna tutta rivolge al figlio Filippo sentite condoglianze – dichiara il direttore della Cna di Ravenna Massimo Mazzavillani - e ricorda Glauco con affetto, grande stima e riconoscenza per quanto espresso e realizzato per le imprese e per la Cna stessa, contribuendo alla sua crescita e al suo consolidamento nel tempo”.

“Ho appreso la triste notizia della scomparsa di Glauco Cavassini – afferma il commissario straordinario della Camera di commercio di Ravenna Giorgio Guberti - Glauco Cavassini era un profondo conoscitore del mondo dell’artigianato e della piccola impresa e come amministratore e vice presidente dell’ente camerale non ha mai fatto mancare il suo contributo nel disegnare le strategie dell'ente per il settore produttivo, con lo stile sobrio e la correttezza che lo contraddistinguevano. Lo ricordiamo con stima e affetto per le sue capacità professionali e umane, per il suo impegno a favore della comunità e del mondo del volontariato, e insieme al Segretario generale e tutti i dipendenti esprimiamo le più sentite condoglianze al figlio Filippo. Consigliere della Camera di commercio di Ravenna in rappresentanza del settore artigianato dal 5 giugno 1998, nominato Vice Presidente il 3 luglio dello stesso anno, fino al 13 luglio 2003 ha portato il suo incisivo contributo non solo ad una corretta ed efficiente amministrazione dell’ente ma anche allo sviluppo economico del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna in lutto per la morte di Glauco Cavassini: "Punto di riferimento per il volontariato"

RavennaToday è in caricamento