rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Ravenna incontra Judith Herrin: una dei maggiori conoscitori dell'arte bizantina

L'archeologa e accademica inglese è stata ospitata per una conferenza alla Casa Matha e ha ricevuto la tessera onoraria dell'associazione Dis-Ordine

E' una dei maggiori conoscitori dell'arte bizantina e della storia ravennate. Si tratta dell'archeologa Judith Herrin che, giovedì, è tornata a far visita a Ravenna. La studiosa è stata ospite della Casa Matha, ricevuta dal Primo Massaro Maurizio Piancastelli e dal Console Antonio Bandini, dove ha tenuto una conferenza nella quale ha discorso di come sia nata la sua passione per la città di Ravenna e per i tesori di architettura e i mosaici custoditi. 

Al termine della sua appassionata relazione, frutto delle sue meticolose ricerche sulla storia di Ravenna, alla presenza di numerosi soci del sodalizio ravennate e dei rappresentati delle istituzioni culturali che collaborano con l’antica associazione ravennate, le è stata consegnata una medaglia a memoria di questa giornata e un mosaico eseguito dalle artiste dell’associazione Dis-Ordine raffigurante due delfini, che ricordano le tradizioni della Casa Matha.  Il mosaico, ispirato alla scena cristologica "La chiamata di Pietro e Andrea, la pesca miracolosa" presente nei mosaici della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo a Ravenna, è stato realizzato da Marika Dall’Omo dell’associazione Dis-Ordine con la collaborazione di Ferrino Fanti, intervenuto con una piccola incisione su marmo. 

Nella stessa occasione Judith Herrin ha anche ricevuto la Tessera Onoraria dell'associazione Dis-Ordine. La studiosa ha inoltre presentato il suo libro: "Ravenna. Capitale dell’Impero crogiolo d’Europa", edito da Rizzoli. La Herrin, archeologa e accademica inglese, è stata professoressa di Tarda Antichità e Studi Bizantini al King’s College di Londra. Nel corso dei suoi studi si è occupata a varie riprese della storia e della cultura bizantina e ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali di carattere accademico ed è attualmente riconosciuta tra gli studiosi più accreditati di storia e arte ravennate al mondo. Per questo motivo e per le sue frequenti visite alla nostra città sin da giovanissima è stata insignita anche della cittadinanza di Ravenna. 

Nel pomeriggio di venerdì, infine, la Herrin è stata accolta al Teatro Alighieri dal sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, e dalla cittadinanza. È stata l’occasione per consegnarle personalmente la pergamena e il mosaico con i quali le fu conferita la cittadinanza onoraria un anno fa, in un collegamento a distanza a causa della pandemia.

Cittadinanza onoraria Judith Herrin-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna incontra Judith Herrin: una dei maggiori conoscitori dell'arte bizantina

RavennaToday è in caricamento