Cronaca

Da Ravenna alla Toscana: il viaggio della fresa più grande d'Europa

Il convoglio ha attraversato le vie principali che collegano il porto di Ravenna alla viabilità autostradale fino a raggiungere la destinazione di Barberino di Mugello

E' partita sabato sera la fresa più grande d'Europa che sarà utilizzata per la perforazione della galleria “Santa Lucia”, a completamento del tracciato della A1-Variante di Valico tra Bologna e Firenze. Il convoglio ha lasciato il porto di Ravenna e, con una velocità massima di 20 chilometri all'ora, ha attraversato vie principali che collegano il porto di ravennate alla viabilità autostradale, fino a raggiungere la destinazione di Barberino di Mugello, in Toscana. La movimentazione ha riguardato le prime parti della fresa meccanica o TBM (Tunnel Boring Machine) più grande d’Europa, con un diametro finale di 15,87 metri ed un peso complessivo di circa 4800 tonnellate.

In partenza la fresa più grande d'Europa (Foto Argnani)

La peculiarità delle dimensioni dei tre convogli, con lunghezza compresa tra i 68 metri (il più lungo) e i 28 metri (il più corto), con larghezza fino a 9,30 metri e con peso tra le 180 e le 544 tonnellate, ha determinato l’adozione di drastiche misure di regolamentazione del traffico, a tutela della sicurezza della circolazione. Il treno di convogli è stato scortato per l’intero viaggio dalle pattuglie della Polizia Stradale, mentre Autostrade per l’Italia ed Anas hanno attuato il piano operativo, concordato con le autorità provinciali di pubblica sicurezza, con interdizioni e deviazioni del traffico, con presidio alle intersezioni da parte delle forze di polizia del territorio, per assicurare l’ordinato svolgersi delle operazioni di trasporto in assoluta sicurezza.

La velocità massima autorizzata per i convogli è stata di 20 Km/h, ridotta a 5 Km/h sui viadotti, con il transito di un solo convoglio alla volta. Sabato i tre convogli hanno seguito il percorso compreso tra il Porto di Ravenna – Varco San Vitale (Ravenna) e un’area di cantiere prima di Sasso Marconi in A1 in direzione di Firenze, in un tempo stimato di 9 ore (tra le 20 e le successive alle 6). Dalle 20, ed in progressione oraria in ragione dell’avanzamento su strada, sono state disposte interdizioni del traffico sulle seguenti tratte: entrambe le carreggiate della SS67, e tutti gli svincoli di accesso su tale arteria, dal porto di Ravenna - Varco San Vitale sino all’innesto con la SS16; entrambe le carreggiate della SS16, e tutti gli svincoli di accesso su tale arteria, dall’innesto della SS67 sino all’innesto in autostrada A14 Dir (quadrifoglio); carreggiata verso Bologna/Ancona dell’autostrada A14 Dir e tutti gli svincoli di accesso su tale strada, dall’innesto Statale 16 sino alla immissione in A14 verso Bologna; carreggiata verso Bologna dell’autostrada A14 (il traffico proveniente da Ancona verso Bologna è stato fatto uscire obbligatoriamente a Faenza.

 

DOMENICA - Domenica con partenza alle 21, i convogli seguiranno il percorso compreso tra un’area di cantiere in A1 prima di Sasso Marconi in direzione di Firenze, e Barberino di Mugello (Firenze), con un tempo stimato di 6 ore (arrivo previsto alle successive alle 3). Le interdizioni temporanee del traffico interesseranno l’autostrada A1 da Bologna verso Firenze, sino all’innesto sulla A1-Variante di Valico, con deviazione di tutto il traffico sul tracciato storico ora denominato “Panoramica”. Queste, in dettaglio, le tratte autostradali interessate dalle chiusure progressive della circolazione: carreggiata dell’autostrada A1 verso Firenze (per il traffico proveniente da Milano, uscita obbligatoria verso il ramo di Casalecchio); chiusura dell’immissione verso Firenze dal casello di Sasso Marconi; chiusura dell’area di servizio Cantagallo Ovest; A1-Variante di Valico verso sud con chiusura dell’immissione dal casello di Badia verso Firenze; chiusura in ingresso dalle ore 21.00 dell’area di servizio Badia; chiusura dell’immissione verso Firenze dal casello di Roncobilaccio; chiusura dell’area di servizio di Roncobilaccio. Regolazioni del traffico saranno effettuate da pattuglie della Polizia Stradale in funzione di safety car, in collaborazione con il personale del servizio viabilità di “Autostrade per l’Italia SpA”. Durante la chiusura dei tratti di A14 compresi tra Faenza e Bologna Fiera in direzione Nord si consiglia la SS9 (Via Emilia). Durante la chiusura del raccordo di Casalecchio e del tratto di A1 Casalecchio-Sasso Marconi, si consiglia come percorso alternativo per chi proviene da Firenze, uscita Sasso Marconi e rientro a Casalecchio attraverso la SS64 (Porrettana). Per chi percorre l’A1 ed è invece diretto a Firenze, il percorso inverso ovvero uscita Casalecchio con rientro a Sasso Marconi sempre attraverso la SS64. Per chi proviene dall’A14 ed è diretto a Firenze, uscita Bologna Borgo Panigale con rientro a Sasso Marconi attraverso la SS64. Come sempre si raccomanda a tutta l’utenza la massima prudenza ed il rispetto delle norme di comportamento previste dal codice della strada.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Ravenna alla Toscana: il viaggio della fresa più grande d'Europa

RavennaToday è in caricamento