Inseguimento a Fornace Zarattini: sequestrati 4 chili di "maria"

Durante l'inseguimento il passeggero del ciclomotore ha cercato di disfarsi di una borsa. Al suo interno vi erano cinque sacchi neri contenenti tutti buste di plastica trasparenti con marijuana

(foto di Massimo Argnani)

Sequestrati dagli agenti della Volante della Questura di Ravenna ben quattro chili di marijuana. L'operazione è partita da un'attività di prevenzione, effettuata nella serata di lunedì, nel corso della quale i poliziotti hanno notato n via Maestri del Lavoro, a Fornace Zarattini, uno “Gilera Runner”, il cui furto era stato denunciato poche ore prima da un bengalese. Mentresi procedeva al recupero del mezzo, le attenzioni si sono focalizzate su un altro scooter, un “SR Aprilia”.



In sella vi erano due individui che, alla vista della “pantera”, hanno invertito il senso di marcia, dandosi alla fuga. Né è nato un inseguimento nel corso del quale il passeggero del ciclomotore ha cercato di disfarsi di una borsa. Al suo interno vi erano cinque sacchi neri contenenti tutti buste di plastica trasparenti con marijuana, per un peso complessivo di circa 4 chilogrammi. Un’altra volante dì lì a poco ha individuato uno scooter, con ancora il motore caldo, corrispondente alle descrizioni diramate durante la fuga.

Dalla targa gli agenti sono risaliti al suo proprietario raggiunto poco dopo la mezzanotte nel suo appartamento del quartiere Gulli alle porte del centro. Si tratta di un 20enne marocchino, regolare e con precedenti per per rapina e lesioni risalenti al 2008. Il giovane è stato denunciato a piede libero per detenzione di droga. Sono in corso ulteriori verifiche della squadra Mobile per risalire all'identità dell'altro ragazzo sullo scooter.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

Torna su
RavennaToday è in caricamento