menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reati contro il patrimonio e immigrazione clandestina: finisce in carcere

L'uomo si trovava già sottoposto all’obbligo di dimora a Ravenna per altra causa

La Polizia di Stato ha arrestato un 35enne albanese, domiciliato a Ravenna presso una comunità terapeutica, per reati contro il patrimonio e violazione del Testo unico dell’immigrazione. Nella mattinata di mercoledì gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Ravenna hanno arrestato l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, disoccupato e già sottoposto all’obbligo di dimora a Ravenna per altra causa, in esecuzione di un provvedimento di cumulo pene emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Piacenza per reati contro il patrimonio e in materia di immigrazione clandestina commessi negli anni 2010 e 2014 a Piacenza e Roma. Al termine delle formalità di legge il 35enne è stato condotto in carcere, dove dovrà scontare una pena complessiva di 4 anni e 6 mesi di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento