Referendum trivelle, domenica si vota: tutte le informazioni utili

Gli elettori possono votare dalle 7 alle 23 di domenica; gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza dell’orario stabilito saranno ammessi a votare

Sono 119503 (62384 donne e 57118 uomini) i ravennati chiamati alle urne chiamati al voto domenica per il "referendum sulle trivellazioni", ovvero la consultazione popolare riguardante l'abrogazione della norma che prevede che le concessioni finalizzate alle esplorazioni e trivellazioni dei giacimenti di idrocarburi, entro dodici miglia dalla costa, abbiano la "durata della vita utile del giacimento”.

QUANDO SI VOTA - Gli elettori possono votare dalle 7 alle 23 di domenica; gli elettori che si troveranno nel seggio alla scadenza dell’orario stabilito saranno ammessi a votare. Al fine di evitare affollamenti nelle sezioni elettorali nell’imminenza dell’orario di chiusura, con gli intuibili disagi per gli elettori, è consigliabile recarsi a votare nelle prime ore della mattina o del primo pomeriggio della domenica.

COME SI VOTA - All‘elettore sarà consegnata una sola scheda. Ciascun elettore ha diritto di esprimere il voto tracciando, con la matita copiativa, un segno sul riquadro corrispondente alla risposta da lui prescelta (“SI” o “NO”). Per votare l’elettore deve usare esclusivamente la matita copiativa che gli viene consegnata al seggio. L’elettore, prima di uscire dalla cabina, deve ripiegare la scheda, secondo le linee lasciate dalla precedente piegatura.

QUORUM - La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto (il 50% più uno degli elettori che hanno diritto al voto), il cosiddetto quorum, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi. Se il quorum non viene raggiunto resta in vigore la legge attuale, qualunque sia il risultato del referendum.

CHI VOTA - Per le consultazioni referendarie votano gli iscritti nelle liste elettorali, che avranno compiuto il 18° anno di età entro domenica compresa. Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale del comune nelle cui liste si è iscritti. Per alcune categorie di elettori la legge prevede modalità di voto con procedura speciale: i militari delle forze armate, gli appartenenti a corpi organizzati militarmente per il servizio dello Stato, le forze di polizia ed il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per causa di servizio; i componenti dei seggi, i rappresentanti dei partiti o dei gruppi politici presenti in parlamento e i rappresentanti dei comitati promotori dei referendum, sono ammessi a votare nella sezione nella quale esercitano il loro ufficio; i ricoverati in ospedali o case di cura sono ammessi a votare nel luogo di ricovero; i detenuti, ancora in possesso del diritto di voto sono ammessi ad esercitarlo nel luogo di reclusione; i marittimi e gli aviatori, impossibilitati a votare nel Comune di Residenza, possono esercitare il diritto di voto in qualsiasi sezione del comune in cui si trovano per motivi di imbarco.

VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI O TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO - In occasione dei referendum i cittadini italiani residenti all’estero votano per corrispondenza, ricevendo a casa un plico con la scheda, salvo che abbiano esercitato l’opzione per votare in Italia oppure risiedano in stati in cui non è ammesso il voto per corrispondenza. Anche gli elettori che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all'estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento di elezioni politiche o di referendum nazionali, nonché i familiari con loro conviventi, votano per  corrispondenza se hanno presentato apposita domanda entro il 16 marzo 2016. Votano per corrispondenza anche determinate categorie di cittadini temporaneamente all’estero per motivi di servizio o missioni internazionali.

DOCUMENTI PER VOTARE - Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la Tessera Elettorale unitamente alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, anche se scaduto, purché possa assicurare la precisa identificazione del votante. In mancanza di documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso: uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità; un altro elettore del comune (conosciuto dai componenti del seggio e provvisto di documento di identificazione), che ne attesti l'identità. Sulla tessera sono previsti fino a diciotto spazi in ognuno dei quali, in occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria, viene apposta, ai fini dell’attestazione dell'avvenuta votazione, la data della elezione ed il bollo della sezione. Nel caso la tessera elettorale non risulti più utilizzabile per l’esaurimento di tutti i 18 spazi relativi alla certificazione del voto occorre, prima di presentarsi a votare, richiedere una nuova tessera elettorale. Per evitare il possibile sovraffollamento e le code degli ultimi giorni, è consigliabile verificare per tempo il possesso dei documenti necessari per l’espressione del voto.

 

TESSERA ELETTORALE: MODALITA’ RILASCIO E AGGIORNAMENTO - La tessera viene consegnata direttamente all’indirizzo dei nuovi elettori attraverso il sistema postale o tramite incaricati comunali. Per i cittadini trasferiti da altro comune, l’Amministrazione di Ravenna provvede alla consegna, tramite raccomandata postale, di una nuova tessera elettorale e al ritiro di quella vecchia. In caso di mancato recapito, sarà possibile ritirare le tessere non consegnate direttamente presso l’ufficio elettorale. Per il solo cambio di abitazione all’interno del territorio comunale, sarà cura dell’ufficio elettorale inviare per posta un tagliando adesivo contenente i dati aggiornati con l’indicazione della nuova sezione, che il titolare incollerà sulla tessera negli appositi spazi. La tessera viene ritirata qualora il titolare perda il diritto di voto.

TESSERA ELETTORALE: SMARRIMENTO - DETERIORAMENTO - In caso di esaurimento dei diciotto spazi destinati all’attestazione dell’avvenuta votazione, deterioramento, smarrimento o furto il cittadino deve richiedere un duplicato della tessera presentando domanda all’Ufficio Elettorale o presso uno degli Uffici Decentrati delle ex Circoscrizioni. La domanda va compilata e sottoscritta dal diretto interessato su modulo prestampato disponibile presso gli uffici stessi  o scaricabile  dal sito tematico del Comune di Ravenna www.rapida.comune.ra.it ( ›› Info e modulistica per il cittadino ›› Elettorale ›› Richiedere il duplicato della tessera elettorale)

Se la tessera è deteriorata, il cittadino deve riconsegnare quella in suo possesso, mentre in caso di furto o smarrimento, deve compilare e sottoscrivere, oltre alla domanda, anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che sostituisce la denuncia ai Carabinieri o agli uffici della Polizia di Stato. Il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente presso l’Ufficio Elettorale, qualche giorno dopo se la richiesta è stata presentata negli Uffici Decentrati delle ex Circoscrizioni. Nella settimana antecedente le votazioni, al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, sono in corso apposite aperture straordinarie nello Sportello Unico Polifunzionale (ex Anagrafe) di Viale Berlinguer 68, con i seguenti orari: martedì e giovedì dalle 8 alle 13 e il pomeriggio 14,30 - 17,30; mercoledì dalle 8 alle 13; venerdì dalle 8 alle 18,30 (orario continuato); sabato dalle 8,30 alle 18 (orario continuato); e domenica dalle 7 alle 23 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni). Disabili e persone anziane con difficoltà di deambulazione, che non hanno ricevuto la tessera elettorale, possono telefonare all’Ufficio Elettorale per chiedere la consegna della stessa presso il proprio domicilio. Nel caso la tessera elettorale non risulti più utilizzabile per l’esaurimento di tutti i 18 spazi relativi alla certificazione del voto occorre, prima di presentarsi a votare, richiedere una nuova tessera elettorale.

DOVE RECARSI A VOTARE - Sulla Tessera Elettorale gli elettori troveranno indicato il numero e l’indirizzo del seggio dove recarsi a votare. Qualora, prima delle elezioni, l’elettore riceva un tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera, egli dovrà recarsi a votare all’indirizzo che risulta dal tagliando. Si consiglia di verificare che l’indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario contattare telefonicamente l’Ufficio Elettorale.

ORARI APERTURA SPORTELLI UFFICIO ELETTORALE DURANTE IL PERIODO DELLE CONSULTAZIONI - Per tutto il periodo delle elezioni gli sportelli dell’Ufficio Elettorale saranno aperti al pubblico in via ordinaria con le seguenti modalità: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e il martedì e giovedì pomeriggio anche dalle ore 14.30 alle ore 17.30; il sabato dalle 8.30 alle 12.30. Ed inoltre, l’ufficio osserverà l’orario continuato venerdì dalle ore 8,00 alle ore 18,00; sabato dalle ore 8,30 alle ore 18,00; e domenica dalle ore 7,00 alle ore 23,00 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni). Negli stessi orari di apertura dei seggi elettorali, l’Amministrazione Comunale garantirà un servizio straordinario per il rilascio delle carte d’identità allo Sportello Unico Polifunzionale (ex anagrafe) in Viale Berlinguer, 68.

VOTO DEGLI ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ FISICA - Gli elettori impossibilitati ad esprimere personalmente il voto per grave infermità, possono esercitare il diritto di voto con l'aiuto di un elettore volontariamente scelto‚ iscritto nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica e munito della propria tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un elettore fisicamente impedito. Se l’impedimento è a carattere permanente, la legge 5 febbraio 2003 n.17 prevede, su richiesta dell’interessato corredata della relativa documentazione, l’apposizione di uno specifico simbolo (AVD) sulla propria tessera elettorale. In tal caso l’elettore sarà sempre ammesso al voto con l’aiuto di un accompagnatore senza avere più l’obbligo di munirsi dell’apposita certificazione medica.

Quando non vi sia l’apposizione del predetto simbolo, oppure l’impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dalla AUSL (modalità di rilascio sono contenute nel successivo paragrafo certificazione medica). Sono da considerasi elettori fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto la categoria dei ciechi civili; gli amputati delle mani; gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità. L’impedimento ad una autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l’atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale.

NORME INTESE A FAVORIRE LA VOTAZIONE DEGLI ELETTORI NON DEAMBULANTI (Legge 15/1/1991, n. 15) - Tutte le sezioni elettorali del Comune di Ravenna sono accessibili da parte degli elettori non deambulanti. Comunque, nell’eventualità che la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti gli elettori non deambulanti, sia momentaneamente inaccessibile mediante sedia a ruote, possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione del Comune situata in una sede esente da barriere architettoniche. L’elettore dovrà esibire una attestazione medica rilasciata dall’Autorità Sanitaria Locale (anche in precedenza per altri scopi) o copia autentica della patente speciale di guida in modo che, dalla documentazione esibita, risulti l’impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione. Per lo scopo, sono state individuate alcune sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche o che, con strutture appositamente predisposte, saranno accessibili con sedia a ruote (vedi elenco sezioni elettorali esenti da barriere architettoniche accessibili con sedia a ruote).

SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO PER ELETTORI CON DIFFICOLTA’ DI DEAMBULAZIONE - Sarà istituito un apposito servizio di trasporto pubblico per gli elettori con difficoltà di deambulazione. Il servizio sarà operativo domenica dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00; Per info e prenotazioni, telefonare direttamente all’ufficio Elettorale allo 0544 482283.

Trasporto in ambulanza - Nei casi più gravi di impedimento fisico al voto, è possibile prenotare un trasporto gratuito in ambulanza curato dalla Pubblica Assistenza di Ravenna. Il servizio si svolge su prenotazione nelle giornate di domenica. Prenotazioni entro le ore 18 di venerdì al numero 0544 505050.

Al fine di agevolare il raggiungimento del seggio da parte degli elettori con difficoltà motorie, l’Ufficio Elettorale (telefono 0544 482283) è disponibile una sedia a ruote che, su richiesta degli interessati, potrà essere recapitata presso qualsiasi sede del seggio.

CERTIFICAZIONE MEDICA PER GLI ELETTORI NON DEAMBULANTI O AFFETTI DA INFERMITA’ FISICA - Le certificazioni mediche per gli elettori fisicamente impediti ad esprimere il voto e per gli elettori non deambulanti saranno rilasciate dai medici dell’Ausl. Il rilascio delle certificazioni avverrà nelle sedi e con gli orari di seguito elencati: a Ravenna al Servizio Igiene e Sanità Pubblica (sede Cmp secondo piano),Unità Operativa Profilassi e Medicina Legale - via Fiume Abbandonato n.134, tel. 0544/286678: giovedì, venerdì, sabato dalle ore 9.00 alle ore 12; domenica (nella sede del 118 in viale Randi, 11) dalle 9 alle ore 12.

Dalle 13 alle 22 di domenica, il Personale Medico sarà reperibile per i casi di urgenza attraverso il Centralino dell’Ospedale di Ravenna al numero 0544-286125/26. Le visite saranno effettuate esclusivamente nella sede del 118 Viale Randi n.11, ad eccezione dei pazienti ricoverati e dei comprovati casi di impossibilità, per motivi sanitari, a raggiungere la sede sopraccitata. All’atto della visita l’elettore fisicamente impedito o non deambulante dovrà esibire la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento valido.

L’impedimento ad un’autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l’atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale. Il rilascio delle certificazioni  sarà effettuato anche nelle sedi decentrate delle ex Circoscrizioni del Comune di Ravenna nella giornata di sabato con i seguenti orari: Marina di Ravenna dalle 11 alle ore 12.30; San Pietro in Vincoli dalle 9 alle 11; Castiglione di Ravenna dalle 9 alle ore 10.30; Mezzano dalle 11 alle ore 12.30; Piangipane dalle ore 11.30 alle 12.30; Sant’Alberto dalle 9 alle  10.30; Roncalceci dalle ore 11.30 alle 12.30

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

UFFICIO ELETTORALE - Ulteriori informazioni possono essere acquisite presso l’Ufficio Elettorale in Viale Berlinguer 54, ai numeri di telefono: 0544 482283 - FAX 0544 482543 e-mail: elettorale@comune.ra.it Posta elettronica certificata: elettorale.comune.ravenna@legalmail.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento