rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Marina Ravenna

Repentino peggioramento meteo con pioggia e vento, la Guardia costiera in soccorso di bagnanti e diportisti

La Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna è stata investita da diverse chiamate di emergenza da parte di diportisti e bagnanti in difficoltà a causa del repentino cambiamento delle condizioni meteo

Verso le ore 15 di sabato 27 agosto la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna ha ricevuto diverse chiamate di emergenza da parte di diportisti e bagnanti in difficoltà a causa del repentino cambiamento delle condizioni metereologiche con pioggia battente, raffiche di vento a 47 nodi e mare forza 4.

La Guardia Costiera è intervenuta immediatamente con i propri mezzi ed in particolare con la motovedetta SAR CP847, il battello pneumatico GC141 e con le proprie pattuglie a terra nell’ambito di tutto il proprio ambito di giurisdizione. E’ stata anche richiesta la collaborazione della Guardia di Finanza che è intervenuta con una propria motovedetta. Tra i vari interventi si segnalano l’assistenza a 5 unità scuffiate del circolo velico di Punta Marina da parte della motovedetta SAR CP847 della Guardia Costiera, il successivo recupero di un diportista il cui catamarano ha rotto l’albero andando alla deriva, l’assistenza ad un’imbarcazione a vela di 23 metri all’altezza di Cervia con a bordo 6 persone che avevano richiesto soccorso. Inoltre sono stati segnalati 2 catamarani scuffiati tra Punta Marina e Lido Adriano, un’imbarcazione a vela a circa 500 metri dall’imboccatura del porto di Ravenna, tre unità in difficoltà con rispettivamente tre, due ed una persona a bordo in località Porto Garibaldi. Tutte le persone coinvolte (bagnanti e diportisti) sono state tratte in salvo.

"Considerato - viene sottolineato - che soprattutto in questo periodo le previsioni segnalano repentini cambiamenti relativi alle condizioni meteo marine, si raccomanda la massima prudenza a tutti coloro che frequentano la spiaggia e il mare durante le vacanze o nel fine settimana. L’autoprotezione e la consapevolezza dei rischi insiti nell’ambiente naturale, com’è il mare, costituiscono la base per la sicurezza di ciascuno di noi, senza dimenticare che un comportamento imprudente, oltre alla propria incolumità, può mettere a repentaglio anche quella dei soccorritori. In caso di emergenza in mare, contattare il più vicino Comando della Guardia Costiera al numero blu 1530".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Repentino peggioramento meteo con pioggia e vento, la Guardia costiera in soccorso di bagnanti e diportisti

RavennaToday è in caricamento