rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Residenti dei lidi nord sul piede di guerra: "Ritardi non più accettabili nell'apertura dei ponti di via Baiona"

L'incontro a ridosso della nuova stagione turistica, come richiesto nella lettera aperta inviata all'amministrazione comunale e al Prefetto di Ravenna

Si è tenuto venerdì l'incontro tra i rappresentanti dell'amministrazione comunale (assessora Federica Del Conte e assessore Gianandrea Baroncini supportati dai tecnici comunali) e i rappresentanti delle Pro Loco di Porto Corsini, Marina Romea, Casal Borsetti e del Comitato Cittadino Lidi Nord Ravennati. Incontro richiesto da tempo dalle associazioni dei cittadini per discutere della riapertura dei ponti di via Baiona, a ridosso della nuova stagione turistica come richiesto nella lettera aperta inviata all'amministrazione comunale e al Prefetto di Ravenna.

"In tale lettera si evidenziavano le troppe anomalie che si sono riscontrate in questi mesi nei lavori di ristrutturazione dei ponti A118 e A119 sulla via Baiona, peraltro ampiamente previste e documentate e da noi segnalate più volte da un anno a questa parte, senza trovare nell'amministrazione comunale un interlocutore attento e lungimirante nell'ascoltare le istanze dei cittadini residenti e degli operatori economici annuali e stagionali - scrivono i cittadini - Alcuni esempi: i lavori a singhiozzo durante la scorsa primavera/estate, con apertura e chiusura della viabilità sulla via Baiona da e per Ravenna; lo stravolgimento del traffico che ha permesso ai Tir di transitare in ogni dove e senza controllo alcuno; i semafori alternati e operatori che regolano il traffico senza cognizione alcuna; i tanto decantati semafori intelligenti che hanno creato file di autoveicoli fino alla rotonda di Marcegaglia e fino all'interno dell'abitato di Marina Romea. Tanto intelligenti che moltissimi turisti pendolari hanno scelto altri lidi ravennati o addirittura Lido di Spina e Lido degli Estensi".

"Ma nonostante le continue sollecitazioni di Pro Loco e Comitato Cittadino, a un anno di distanza, anche la Pasqua 2022 rischia di vedere interdetta la circolazione verso i lidi nord ravennati - continuano i residenti - Il ponte sul canale Candiano è in fase di ultimazione, ma solo per le forti pressioni esercitate dalle nostre associazioni dei cittadini perché altrimenti il programma dei lavori era quello di terminare prima il "ponte delle maree anomale" e solo dopo provvedere al rifacimento dell'asfalto e delle rifiniture. Durante l'incontro sono stati illustrati gli innegabili problemi tecnici che sono la causa del presunto ritardo. Abbiamo rimarcato che i costi di trasferimento da e per Ravenna sono aumentati notevolmente, mai integrati da un migliore servizio di trasporto pubblico. Qualche agevolazione è stata predisposta per il traghetto di Start Romagna, ma incomprensibilmente solo per Porto Corsini e non per Marina Romea, che pure dista poche decine di metri. Traghetto che dovrebbe essere completamente gratuito perché non è più un servizio per i cittadini e i lavoratori: con tempi di attesa tra i 40 e i 55 minuti per un passaggio, non è più procrastinabile una riorganizzazione anche di questo "servizio" pubblico. Con la chiusura di via Baiona e la statale Romea sempre più trafficata e pericolosa, non abbiamo neppure avuto un presidio di primo soccorso preventivo, nonostante a Marina Romea vi sia una struttura all'uopo predisposta e quindi ci siamo affidati alla buona sorte. Difficoltà tecniche e imprevisti possono sempre capitare, ma il termine dei lavori ci è sempre stato garantito al 31 marzo 2022; qualche giorno di ritardo può essere comprensibile, ma un mese intero con Pasqua, 25 aprile e 1 maggio assolutamente no. Diamo atto all'amministrazione comunale di averci garantito la massima attenzione e priorità nell'ultimare questi interventi e di provvedere ad un maggiore e preventivo confronto per i progetti futuri. Da parte nostra continueremo a verificare tale impegno e magari avere la riapertura della viabilità su via Baiona anche un giorno prima di Pasqua".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Residenti dei lidi nord sul piede di guerra: "Ritardi non più accettabili nell'apertura dei ponti di via Baiona"

RavennaToday è in caricamento