rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Cronaca

'Residenze artistiche', una mappa e un tour per trovare le opere realizzate a Filetto - FOTO

Dal 2020, in una casa colonica del ‘700, vengono organizzate delle residenze artistiche nella piccola frazione di Filetto, una località a metà fra tanti luoghi e tante province

Lunedì si è conclusa la terza edizione di 'Equidistanze | Residenze Artistiche' indirizzate ad artisti emergenti selezionati tramite bando dal team curatoriale composto da Alessandra Carini, Benedetta Pezzi, Nicola Montalbini e Marco Miccoli. Dal 2020, in una casa colonica del ‘700, vengono organizzate delle residenze artistiche nella piccola frazione di Filetto, una località a metà fra tanti luoghi e tante province: Filetto è un luogo di confine, una strada che fila dritta fuori dalla palude imperiale, attraversando la campagna. I caratteristici filari di alberi sul viale fanno pensare ad una Los Angeles amena coi pioppi al posto delle palme. Proprio qui gli artisti sono chiamati ad opere sul territorio rurale in stretta collaborazione con gli abitanti del luogo.

Inaugura 'Equidistanze Artistiche' a Filetto

“Crediamo che l’arte possa essere un connettore, una sostanza vivificante per luoghi che rischiano di essere dimenticati, nel potere dei gesti e delle immagini, nelle forme in cui riconoscersi. Crediamo nelle mescolanze, nei confini come luogo d’incontro e non di separazione, nell’opera d’arte non come oggetto da ammirare nelle sale di un museo ma come opera collettiva, in dialogo con la comunità che la custodisce come proprietà simboliche. Ma in questi luoghi sempre più flebile e diradata, pulsa ancora la vita. Comunità sparse, come piante che rischiano di rinsecchirsi sotto un sole sempre più rovente: vogliamo essere il temporale estivo che rinfresca e disseta la terra che sta per seccarsi sotto un sole sempre più caldo”, scrive Nicola Montalbini.

Da quest'anno anche l'evento di restituzione delle Residenze verrà organizzato proprio negli spazi interni ed esterni del circolo storico del paesino, in collaborazione con il comitato cittadino delle frazioni di Filetto e Pilastro. “Pensiamo fermamente che la vera forza di questo progetto scaturisca dall'incontro tra tutti i protagonisti che lo compongono. Le opere così diventano patrimonio collettivo: l'intento non è quello di compiacere l'immaginario della comunità, ma quello di creare un punto di confronto e connessione attraverso i linguaggi dell'arte contemporanea”, affermano Alessandra Carini e Benedetta Pezzi.

Il programma

Venerdì 2 e sabato 3 settembre presso il Circolo Don Luigi Fabbri in via Roncalceci 123 a Filetto: venerdì dalle ore 17:30 tour e perforamnce; dalle ore 18:30 dj-set di Ilaria Magagni; sabato dalle ore 16:30 tour e talk con i curatori e alcuni artisti che hanno partecipato alla terza edizione di Equidistanze. Nelle due giornate verranno fornite le mappe, strumenti indispensabili per poter trovare tutte le opere realizzate dagli artisti. Saranno disponibili inoltre delle biciclette per poter effettuare il tour in modo autonomo fra Filetto e Pilastro. I tour possono essere effettuati anche a piedi o in automobile. Sarà possibile inoltre mangiare e bere presso lo storico bar. L’evento si farà anche in caso di pioggia. Per informazioni contattare il numero 3313225770.

Artisti selezionati 2022: Alessandro Pixa (Emilia-Romagna) Andre the Spider (Marche) Caterina Dondi (Lombardia) Caterina Profico (Abruzzo) Federico Ferroni (Emilia-Romagna) Livio Ninni (Piemonte) M Fulcro (Emilia-Romagna) Mitsuyasu Hatakeda (Giappone/Lombardia) Tera Drop (Lombradia) Yopoz (Emilia-Romagna). Equidistanze - Residenze Artistiche nascono da un’idea di Mag - Magazzeno Art Gallery e sono organizzate da XX Ass. Cult. con il sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Bonobolabo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Residenze artistiche', una mappa e un tour per trovare le opere realizzate a Filetto - FOTO

RavennaToday è in caricamento