rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Faenza

Restaurato il monumento ai caduti per festeggiare la Liberazione

E' tutto pronto a Faenza per le celebrazioni del 73esimo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo (1945-2018), programmate mercoledì 25 aprile

E' tutto pronto a Faenza per le celebrazioni del 73esimo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo (1945-2018), programmate mercoledì 25 aprile. Alle ore 9.00 si terrà una santa messa nella Basilica Cattedrale, celebrata dal vescovo della Diocesi di Faenza-Modigliana mons. Mario Toso, con musiche sacre eseguite dagli allievi della scuola comunale di musica “G.Sarti”; alle 9.40 nei pressi della Torre civica, suono delle campane della torre, alzabandiera, esecuzione dell’inno nazionale a cura del coro dell'istituto comprensivo D.Matteucci, quindi partenza del corteo, composto da autorità e cittadini e accompagnato dalla Brass Band del Dopolavoro ferroviario di Faenza, dalla piazza per raggiungere lungo corso Mazzini e corso Baccarini il monumento alla Resistenza in viale Baccarini; alle ore 10.30 davanti al monumento, alzabandiera, esecuzione dell’inno nazionale, deposizione di una corona in onore dei caduti per la libertà e discorso celebrativo del sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e di Nicola Oriani, della sezione di Faenza di Gioventù Federalista Europea; alle 11.20 deposizione di una corona al monumento al Comitato di Liberazione nazionale nel parco Pirazzini (via Firenze, angolo via Bertoni); alle 11.30, al Cimitero inglese di guerra di via S. Lucia, omaggio ai caduti degli eserciti alleati; altre due analoghe cerimonie per ricordare tutti i caduti della Resistenza e della Guerra di Liberazione sono inoltre programmate a Reda (alle ore 12.00) e a Granarolo Faentino (alle 12.30).

Nel pomeriggio, alle ore 16.00, a Pieve Cesato, inaugurazione del restauro del monumento ai caduti dei due conflitti mondiali, in via Accarisi, con alzabandiera, esecuzione dell'inno nazionale, deposizione di una corona in onore dei caduti, benedizione e rinfresco finale. Il restauro dell'opera, realizzata nel 1923 e poi parzialmente rifatta nel 1959, è stato completato in questi giorni. Sempre mercoledì pomeriggio, a Ca’ di Malanca, presso il Museo della Resistenza, si terrà invece la tradizionale festa, aperta dal pranzo del partigiano alle ore 12.30. Alle 14.00 intervento del sindaco di Brisighella Davide Missiroli e, alle 14.30, lo spettacolo "Silenzio in trincea" del gruppo musicale Briacabanda. Il programma delle celebrazioni si chiuderà in serata, alle ore 21.00, nel Ridotto del teatro Masini con la proiezione (a ingresso gratuito), nell'ambito della rassegna "Il Cinema della Verità", del docu-film The hate destroyer di Vincenzo Caruso. L'evento è a cura di Accademia Perduta Romagna Teatri, Mic e Cineclub Il raggio verde. Le celebrazioni per il 73esimo anniversario della Liberazione sono promosse dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea in Ravenna e provincia, l’Anpi di Faenza e le associazioni antifasciste, con il coordinamento della Presidenza del Consiglio comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restaurato il monumento ai caduti per festeggiare la Liberazione

RavennaToday è in caricamento