rotate-mobile
Cronaca Faenza

Figliuolo a Faenza per la riapertura del Ponte delle Grazie. Inaugurato anche il ponte Bailey

Giornata importante per la città di Faenza: questa mattina, a quasi un anno dall'alluvione che ha colpito la Romagna, è stata ripristinata la circolazione tra i due nuclei storici della città, il centro storico e il Borgo Durbecco

Giornata importante per la città di Faenza: questa mattina, a quasi un anno dall'alluvione che ha colpito la Romagna, è stata ripristinata la circolazione tra i due nuclei storici della città, il centro storico e il Borgo Durbecco attraverso il ponte 'Bailey' recentemente realizzato e lungo il Ponte delle Grazie, oggetto di un intervento di manutenzione straordinaria che ha portato a rinforzare la struttura gravemente indebolita dalle alluvioni. 

Riaperto il Ponte delle Grazie, apre anche il ponte Bailey

Alla riapertura era presente anche il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario alla ricostruzione, che ha assistito alla cerimonia della benedizione della nuova struttura in metallo da parte del Vicario della Diocesi di Faenza e Modigliana, don Michele Morandi. A cerimonia ultimata è stata aperta la circolazione sia sul Ponte delle Grazie che sul ponte Bailey, realizzato a una trentina di metri verso monte rispetto al Ponte delle Grazie, unendo le due rive del fiume Lamone tra via Renaccio e via Ugo Piazza.

"Ho già firmato un po' di erogazioni di fondi per i privati e sono proprio contento: la macchina funziona, i fondi ci sono e andiamo avanti ad erogare - ha detto Figliuolo in occasione del taglio del nastro - Abbiamo 630 milioni, ho rimborsato il 50% di quanto riconosciuto, con la prossima ordinanza arriveremo anche al 100% e toglieremo i limiti sull'edilizia libera. Dopo nove mesi dalla mia nomina devo dire grazie a tutti, alla mia struttura: ci sono delle persone che hanno l'assegno in mano".

Qui il link per iscriversi al canale WhatsApp di RavennaToday

I due ponti

Scendendo nel dettaglio, per il ponte di tipo Bailey i tempi di realizzazione delle fondazioni sono durati circa un mese e dall’1 fino al 31 marzo la ditta incaricata ha effettuato il varo del ponte. La definizione della quota di intradosso del ponte provvisorio, più alto di quello delle Grazie, ha comportato la necessità di realizzare due rampe di collegamento al piano stradale ai cui lati sono stati montati guard-rail di protezione; inoltre, per agevolare la viabilità per i mezzi che devono intraprendere il ponte, è stata realizzata una rotatoria, del diametro di 25 metri, all’incrocio tra via Renaccio e via Lapi che verrà mantenuta anche nella configurazione definitiva della viabilità per migliorare la sicurezza stradale in quel tratto. Costo per la realizzazione delle opere accessorie e per la posa de Ponte Bailey, compreso di noleggio per 24 mesi e le opere è stato di 1.880.994,32 iva inclusa di cui circa 80mila euro donati dall’Ance Emilia Romagna, l’Associazione nazionale costruttori edili, e la restante parte attraverso ordinanze della Struttura commissariale per opere in somma urgenza.

Per poter riaprire il Ponte delle Grazie, chiuso a maggio dello scorso anno, è invece stato necessario un intervento di manutenzione straordinaria per rinforzare le travi dell’impalcato. Questo permette, in attesa del Piano di sicurezza dell’Autorità di Bacino destra Po che definirà le modalità tecniche per la realizzazione di un nuovo manufatto, di poterlo riaprire ai mezzi sotto le 3,5 tonnellate in un solo senso per non gravarlo eccessivamente e in entrambe i sensi di marcia per le bici e i pedoni. L'intervento per la manutenzione del Ponte delle Grazie è costato complessivamente 200.000 euro iva inclusa anche questi arrivati dalla struttura commissariale. I lavori sono stati consegnati durati circa 70 giorni.

Come cambia la viabilità

La viabilità nella zona dei due ponti si svilupperà con le seguenti modalità: in via Renaccio, all’intersezione con via Lapi, circolazione regolata dalla rotatoria. Ponte Bailey: senso unico di marcia per i veicoli a motore con direzione Bologna – Forlì (dal centro verso il Borgo) con limite massimo di velocità di 30 Km/h. Transito vietato a pedoni, velocipedi, veicoli con massa superiore a 10 tonnellate, veicoli o complessi di veicoli aventi lunghezza superiore a 8 metri. In via Torretta, limite massimo di velocità di 30 Km/h; divieto di transito per tutti i veicoli aventi una massa superiore a 3,5 tonnellate eccetto minibus. In piazza Lanzoni, nel tratto compreso tra il civico 6 e il civico 13 (nella zona delle attività commerciali), senso unico di marcia con direzione Bologna–Forlì.

Ponte delle Grazie: senso unico di marcia per i veicoli a motore con direzione Forlì–Bologna (dal Borgo verso il centro) con limite massimo di velocità di 30 Km/h; divieto di transito per i veicoli con portata massima superiore a 3,5 tonnellate eccetto minibus. Il traffico di pedoni e biciclette continuerà a essere assicurato lungo il Ponte delle Grazie secondo la nuova segnaletica. 

La mappa della viabilità con l'apertura dei ponti-2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figliuolo a Faenza per la riapertura del Ponte delle Grazie. Inaugurato anche il ponte Bailey

RavennaToday è in caricamento