menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapre la ciclabile di via Antico Squero, Manzoli (RiC): "Ora va salvata la 'basilica' di legno"

"Il Comune non può permettere che il fabbricato sia lasciato crollare per il disinteresse della proprietà, che ora è nelle mani di una curatela"

Ha riaperto mercoledì la pista pedonale e ciclabile di via Antico Squero, precedentemente chiusa nel tratto tra via Salona e via Montecatini. La via resta ancora invece chiusa al traffico veicolare, dopo il crollo della fabbrica dismessa avvenuto a ottobre 2019. Più volte il capogruppo di Forza Italia Alberto Ancarani ha chiesto di sapere quando la via sarebbe stata riaperta alle auto, ma a febbraio è arrivata notizia che la Soprintendenza ha vincolato la fabbrica crollata, complicando così l'iter di intervento sull'edificio. La società proprietaria dello stesso ha proposto ricorso alla Soprintendenza per tale decreto.

"Ci fa piacere la riapertura della ciclabile interrotta dal 2019. Certo, aspettiamo che venga riaperta anche la strada. Ma non si capisce quale sia il contenuto dell’intesa del Comune con il soggetto privato - commenta il capogruppo di Ravenna in Comune Massimo Manzoli - La “basilica” di legno della Darsena è stata dichiarata di interesse culturale dalla Soprintendenza. Già prima, però, era stata inserita nel parco delle archeologie del Poc Darsena. E prima ancora era stata messa in luce come fabbricato da salvaguardare nell’ambito del progetto partecipativo "La Darsena che vorrei'".

"Insomma, come abbiamo detto più volte, il Comune non può permettere che il fabbricato sia lasciato crollare per il disinteresse della proprietà, che ora è nelle mani di una curatela, altrimenti siamo sicuri che Piero Branzanti, morto nel 2018, non avrebbe consentito questo prossimo disastro - continua Manzoli - Il Comune d’altra parte sta violando le sue stesse norme non imponendo interventi per la salvaguardia e il ripristino al privato. Un video di pochi giorni fa messo in rete da Italia Nostra Ravenna descrive impietosamente quel che sta succedendo al fabbricato per l’incuria della proprietà e nel disinteresse dell’assessorato competente. Il sindaco, che con frequenza parla della valorizzazione della Darsena, non può girarsi dall’altra parte".

darsena-basilica1-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento