menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riaprire il punto di primo intervento anche la notte: parte la raccolta firme

E' ripartita venerdì l'attività del Punto di primo intervento dell'ospedale di Cervia, sospesa nel periodo dell'emergenza Covid, anche se attualmente solo per le 12 ore diurne

E' ripartita venerdì l'attività del Punto di primo intervento dell'ospedale di Cervia, sospesa nel periodo dell'emergenza Covid, anche se attualmente solo per le 12 ore diurne. Dopo la richiesta del sindaco Massimo Medri, anche il Partito Democratico di Cervia ha promosso una raccolta di firme per riaprire il punto di primo intervento 24 ore su 24. Saranno allestiti dei banchetti in città e si potrà firmare online a questo link.

“In questi ultimi mesi che hanno stravolto la vita di tutti i cittadini – ha dichiarato il segretario del Pd cervese Mauro Conficoni - abbiamo apprezzato che la Regione Emilia-Romagna abbia messo in campo rilevanti risorse economiche e professionali per contrastare gli effetti del Covid-19. Ora, pur comprendendo la delicatezza che contraddistingue anche la fase di post emergenza, vogliamo sottolineare il ruolo che l'ospedale San Giorgio di Cervia ha sempre svolto nella tutela della salute dei cittadini e dei turisti, in particolare nei mesi estivi quando in città è presente un gran numero di visitatori. In tale contesto, il punto di primo Intervento svolge una funzione fondamentale. Al momento l'Azienda Sanitaria Locale della Romagna ha assicurato l'apertura del presidio dalle ore 8 alle ore 20, potenziando la presenza delle ambulanze sul territorio anche di notte. Riteniamo che questo non sia sufficiente per una città come la nostra che d'estate quadruplica almeno gli abitanti".

"Chiediamo all’Ausl Romagna un ulteriore sforzo per l'immediata apertura totale del punto di primo intervento, con il servizio attivo 24 ore su 24 per garantire la sicurezza continua dei cittadini e dei turisti nel fronteggiare le emergenze e le situazioni di minore criticità e bassa complessità - continua Conficoni - Riconosciamo l'impegno della Regione nel contrasto a Covid 19 e apprezziamo l'azione di tutti coloro che si sono prodigati in questi mesi difficili. Ciò nonostante insieme al sindaco Massimo Medri, agli assessori comunali e regionali sollecitiamo l’Asl Romagna alla riapertura totale di punto primo intervento, riportandone le funzionalità a com’era prima della emergenza sanitaria. La popolazione residente a Cervia, in estate, supera spesso le 100.000 unità: chiediamo servizi adeguati e ci impegniamo quindi, da subito, a una raccolta firme nelle piazze, nelle sezioni, nei luoghi pubblici, sui social vicini alle esigenze dei nostri cittadini e turisti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento