menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riaprono le scuole medie e superiori, il sindaco: "Fate i tamponi rapidi in farmacia"

Da lunedì 12 aprile, con il ritorno dell’Emilia-Romagna in zona arancione, anche i ragazzi e le ragazze di seconda e terza media al 100% e delle superiore dal 50%

Da lunedì 12 aprile, con il ritorno dell’Emilia-Romagna in zona arancione, anche i ragazzi e le ragazze di seconda e terza media al 100% e delle superiore dal 50%. “Auspicavamo che potesse accadere il prima possibile perché la scuola rappresenta un luogo davvero importante per l’apprendimento e la socialità degli studenti e delle studentesse – afferma il sindaco Michele de Pascale -, ma anche per gli stessi docenti e per tutto il personale che investono la propria professionalità per far crescere le nuove generazioni. Siamo consapevoli, però, che occorre prestare ancora la massima attenzione ai comportamenti, a seguire le misure anti Covid che ogni istituto ha predisposto e a fare ognuno la propria parte perché la scuola rimanga un luogo sicuro. Invito ad usufruire della possibilità, offerta da tempo dalla Regione Emilia-Romagna, di fare i tamponi rapidi e gratuiti in farmacia per studenti e propri familiari, compresi i nonni. È un modo molto concreto non solo per essere cittadini responsabili, ma per individuare eventuali positività e circoscrivere il prima possibile il virus. Perché la scuola va vissuta anche con serenità”.

Venerdì sera si è tenuto un incontro con il sindaco, l’assessora alla Pubblica istruzione Ouidad Bakkali e i rappresentanti degli istituti di Ravenna. In videoconferenza è stata puntualizzata l’importanza di monitorare costantemente la situazione. Così come risulterà importante la piattaforma on line realizzata dagli studenti delle superiori e condivisa con l’Amministrazione comunale e utilizzata dai ragazzi e dalle ragazze per segnalare eventuali situazioni di rischio, anche all’esterno degli edifici scolastici. “Desidero ringraziarli per il confronto e per il senso civico che dimostrano – aggiunge il sindaco –. Il sistema di segnalazione che hanno ideato e che da subito abbiamo condiviso è uno strumento efficace in termini di cittadinanza attiva e di consapevolezza che agire è il primo passo per essere utili alla società”.

“L’intento di entrambe le parti – afferma l’Unione Istituti Ravenna, gruppo formato da rappresentati di istituto delle scuole superiori della città – è stato quello di mantenere la situazione monitorata giorno per giorno con la possibilità di risolvere eventuali criticità presentate all’interno delle scuole o sui mezzi di trasporto pubblici. Per questo verrà riattivato il servizio di segnalazione di criticità e problematiche all’interno delle scuole e relativamente ai mezzi di trasporto pubblici. Invitiamo a segnalare casi di sovraffollamento o situazioni in cui la distanza minima di sicurezza non è rispettata. Inoltre condividiamo con il sindaco l’invito ad eseguire i tamponi rapidi gratuiti in farmacia. In conclusione, invitiamo tutti gli studenti e tutte le studentesse a mantenere un comportamento responsabile e maturo nel rispetto delle norme di sicurezza e di prevenzione dal contagio impartiti dagli organi governativi di Stato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento