Nell'area industriale spunta una discarica di rifiuti speciali

"Divani, pneumatici, sedili di automezzi, una scialuppa, pallet, bidoni deteriorati contenenti chissà che cosa, taniche con liquidi all'interno e tanto altro"

Rifiuti speciali accatastati in un'area artigianale in via Della Produzione, a Roncalceci. La segnalazione arriva dal Comitato Cittadino della frazione ravennate attraverso Cinzia Pasi. "Guardando bene si scorgono divani, pneumatici, sedili di automezzi, una scialuppa, pallet, bidoni deteriorati contenenti chissà che cosa, taniche con liquido all’interno, macerie, elettrodomestici, mobili da ufficio e strutture plastiche che sembrano cruscotti - esordisce -. Non stiamo parlando di un bric-à-brac alla francese di una bottega di un rigattiere, né di una rifornita bancarella al mercato delle pulci, ma di una vera e propria mega discarica di rifiuti speciali accatastati nell’area artigianale Pip in via della Produzione. Per quanto ci è dato sapere l’area totale, di circa 2000 metri quadrati, è di proprietà del Comune di Ravenna, che aveva ceduto il diritto di superficie del capannone ad una azienda che costruiva natanti".

"Dopo la grande nevicata del 2012, parte del capannone e del suo tetto ricoperto in eternit era crollato imponendo così l’abbattimento della parte della costruzione destinata a laboratorio e lo smaltimento della copertura, avvenuta solo parecchio tempo dopo - ricorda Pasi -. Ora la situazione è nuovamente critica. L’imponente cumulo di rifiuti occupa quasi metà della totalità del lotto e tra un cumulo di rifiuti e l’altro pare facciano capolino anche sbiaditi documenti che sembrano contabili oltre a imballi plastici e parti gommose che ricordano i gommoni marini. Quest’area risulta in vendita su tanti siti del settore immobiliare. Vista la stretta vicinanza ad abitazioni, a tutela anche della salubrità del luogo, si rende inderogabile la bonifica di questo sito ed il corretto smaltimento dei materiali lì depositati. Come Comitato Cittadino di Roncalceci abbiamo già provveduto a fare la debita segnalazione all’autorità giudiziaria che ci auguriamo intervenga in modo fattivo nel più breve tempo possibile a tutela della salute dei residenti e non solo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • "Spoilerato" il Giro d'Italia 2020: c'è anche Cervia, annunci già sui siti degli hotel

  • Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento