Rifiuti abbandonati in via Carducci: "furbetti" stanati dalle telecamere

Nei giorni scorsi, inoltre, nell'area dei giardini Speyer gli agenti hanno sanzionato, per mancato rispetto della segnaletica e sorpasso non consentito, un automobilista

Nel giro di quarantotto ore la Polizia locale di Ravenna ha identificato gli autori di un abbandono di rifiuti ingombranti in via Carducci. Le indagini sono state condotte dagli agenti dell’unità organizzativa Sicurezza urbana, in collaborazione con i colleghi della Sala operativa. “Fondamentale – dichiara il vicesindaco Eugenio Fusignani, con delega alla Polizia locale e alla sicurezza – è stato l’esame dei filmati delle telecamere presenti in zona. Sulla videosorveglianza stiamo investendo moltissimo e a breve partirà l’installazione, preceduta dalla posa della fibra ottica, di 119 telecamere".

Un intervento da 746mila euro, di cui la metà finanziati dal Comune di Ravenna e la restante metà dal ministero dell’Interno, che riguarderà le zone di piazza Aldo Moro, via Candiano, circonvallazione Piazza D'Armi, viale Farini, via Carducci, giardini Speyer, via Pallavicini (sottopasso), via Alberoni incrocio via Pallavicini, via Diaz, via Mariani, via Gordini, via Corrado Ricci, piazza Caduti per la Libertà, via Mazzini, piazza del Popolo, piazza XX Settembre, piazza Andrea Costa, via Cavour, piazzale della scuola Guido Novello, via Tombesi dall'Ova, via Sant'Agata, via Lametta, largo Firenze, via da Polenta, piazza San Francesco, zona Cinema City.

"La video sorveglianza è solo uno degli strumenti in campo - aggiunge Fusignani - Tra gli altri ci sono i continui controlli sul rispetto delle norme anti antidegrado e della circolazione stradale. Nei giorni scorsi, ad esempio, nell'area dei giardini Speyer gli agenti hanno sanzionato, per mancato rispetto della segnaletica e sorpasso non consentito, un automobilista di 28 anni, peraltro gravato da vari precedenti di polizia, e una conducente per omesso uso delle cinture di sicurezza e utilizzo del cellulare alla guida. Almeno una decina di agenti sono impegnati quotidianamente nell’area in questione, a pattugliare la zona sia in modalità appiedata che automontata. Un’altra arma formidabile per il decoro cittadino è costituita dalle recenti pedonalizzazioni e dalle aperture estive serali dei negozi due volte alla settimana, che rendendo il nostro centro vivo e frequentato lo qualificano ulteriormente. Ciò naturalmente non ci distoglie dal proseguire le nostre attività di controllo e prevenzione, che recentemente hanno portato a confermare le ordinanze antialcol e antivetro in zona Speyer e Tommaso Gulli. Strumenti la cui applicazione, qualora necessario, potrebbe essere valutata anche per altri luoghi".

Anche i lidi e il forese sono oggetto di periodici controlli, in particolare in orario serale/notturno. Più nel dettaglio, negli ultimi giorni pattuglie dell'ufficio Periferia hanno effettuato posti di controllo nelle località di Punta Marine Terme, Marina di Ravenna e Fosso Ghiaia, nelle vie Colombo, Trieste e Romea Sud. In totale sono state identificate una quarantina di persone, tutte sottoposte a pre test per accertare l'eventuale assunzione di sostanze alcoliche: in un caso con esito positivo, seppur con un tasso alcolemico rilevato inferiore a 0,5 g/l, per cui è scattata la prevista sanzione amministrativa a carico del trasgressore. Nel corso del medesimo servizio sono state contestate ulteriori sanzioni per mancanza delle cinture di sicurezza (tre verbali) e dei documenti al seguito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento