rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Rifiuti, sette roghi sospetti tutti 'assolti': "Esclusa l'origine dolosa"

Il caso più recente in regione è l'incendio avvenuto il 1 luglio dell'anno scorso nel centro di stoccaggio di Hera a Ravenna

Nel triennio 2014-2017 ci sono stati sette incendi negli impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti emiliano-romagnoli, tutti avvenuti per cause accidentali. Lo rileva la commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ambientali correlati, che nel suo ultimo rapporto esclude l'origine dolosa dei roghi e che gli espisodi si collochino "in contesto di più ampio fenomeno criminale".

La commissione ha infatti lavorato incrociando i dati delle Agenzie regionali per la protezione dell'ambiente con quelli delle Procure territorialmente competenti per gli eventi segnalati. Il caso più recente in regione è l'incendio avvenuto il 1 luglio dell'anno scorso nel centro di stoccaggio di Hera a Ravenna, vicenda per cui l'azienda ha pagato una sanzione amministrativa, ma in cui "non risultano emerse anomalie tali da attribuire l'origine dell'incendio a fenomeni di natura criminale o dolosa".

Due gli incendi in provincia di Reggio Emilia: uno nell'ottobre del 2015 nell'impianto di Cadelbosco di Sopra della ditta Idealservice, e uno ad aprile 2015 nella discarica di rifiuti Sabar a Novellara, quest'ultimo molto limitato, al punto da essere derubricato a fatto non costituente reato. Il 17 maggio 2015, per autocombustione, si sviluppò un incendio a Zola predosa nel bolognese, nell'area della centrale di teleriscaldamento. Altri due casi nel bolognese sono quello dell'mpianto di compostaggio di Hera a Sant'Agata a gennaio del 2014 e quello di Granarolo nell'impianto di selezione e recupero sempre di Hera nell'estate del 2016. Infine il 31 agosto 2016 si è verficato un evento nell'inceneritore comunale di Piacenza. "L'Emilia-Romagna, dunque, si conferma virtuosa nella gestione dei rifiuti perchè - come scrive la commissione parlamentare - il fenomeno degli incendi negli impianti di trattamento dei rifiuti sposta necessariamente l'attenzione di tutti i soggetti attivi nella difesa della legalità ambientale dal tema 'classico' della combustione illecita di rifiuti, oggetto di provvedimenti legislativi ad hoc, al tema dell'interdipendenza tra eventi incendiari e mancata corretta chiusura del ciclo dei rifiuti". (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, sette roghi sospetti tutti 'assolti': "Esclusa l'origine dolosa"

RavennaToday è in caricamento