Cronaca Cervia

Rifiuti, una "chiamata alle responsabilità" per la tutela dell’ambiente a Milano Marittima

Dal kit per la raccolta differenziata ai turisti alle attività contro gli abbandoni, il Comune di Cervia chiede l’impegno di tutti per preservare il territorio

Un’estate all’insegna della sostenibilità, adottando comportamenti corretti e rispettosi dell’ambiente, per far fronte all’importante afflusso di turisti e garantire condizioni di pulizia e  decoro del territorio. Con questo intento l’Amministrazione comunale di Cervia ha concordato con Hera alcune importanti azioni per chiamare alla responsabilità cittadini, aziende e, in generale, tutti coloro che soggiornano a Milano Marittima, nell’interesse comune di preservare la bellezza della località cervese.

“Si tratta di una sorta di chiamata alle responsabilità per arrivare a un cambiamento importante e inevitabile che, per avere successo e non creare disagi, richiede l’impegno e il contributo di tutti per preservare il decoro della nostra località turistica - precisa il sindaco Massimo Medri -. L’amministrazione ed il gestore stanno mettendo in campo uno sforzo straordinario affinché il “Piano Regionale dei Rifiuti” venga rispettato, tuttavia solo nella consapevolezza di un impegno collettivo nel rispetto della città, che è nostro bene comune, si potrà realizzare al meglio la transizione ecologica”.

Le iniziative di Hera e Comune

Tra queste iniziative ricordiamo il nuovo contatto con tutte le agenzie turistiche, che segue la distribuzione del “kit turistico” avvenuta a inizio giugno, per ricordare che devono garantire che gli appartamenti in affitto abbiano già al loro interno le dotazioni necessarie per una corretta raccolta differenziata, e spiegare come recuperare eventuali mancanze, e l’ulteriore contatto con tutti gli amministratori per sollecitare i condomini a ritirare le dotazioni che ricordiamo sono necessarie per fruire correttamente dei servizi. Per le attività economiche sono previste diverse iniziative: ulteriori contatti per coinvolgere e informare le utenze che ancora adottano comportamenti scorretti, attività di sensibilizzazione attraverso le associazioni di categoria e il completamento delle consegne dei cambi di dotazione quando richieste.

Le attività contro gli abbandoni

Per cercare di ridurre il fenomeno degli abbandoni dei rifiuti, che è un reato sanzionabile per legge, l’Amministrazione comunale ha messo in campo diverse iniziative, a cominciare dall’installazione di telecamere. E’ prevista inoltre la collaborazione con la Polizia locale per accertamenti finalizzati all’individuazione di comportamenti scorretti, fino anche all’emissione di sanzioni, e/o sopralluoghi congiunti presso le imprese. Sarà inoltre attivato un nuovo servizio di raccolta abbandoni giornaliero, in orario mattutino, che si aggiunge al servizio pomeridiano, attivo da inizio giugno, rivolto principalmente ai siti più critici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, una "chiamata alle responsabilità" per la tutela dell’ambiente a Milano Marittima

RavennaToday è in caricamento