rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Rigassificatore, i cittadini contrari al progetto: "Condannati a una vita piena di paure"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Riguardo la seduta della Giunta Comunale del 18 ottobre avente come oggetto il rigassificatore a Punta Marina Terme, mai fu così azzeccata la frase di un ex ministro “questa non è politica ma cinismo politico“. Tutti hanno votato SI solo Ancisi si è astenuto, hanno giocato sulla pelle di un paese intero non curanti dei pericoli che incorreranno gli abitanti, la salubrità dell'aria e l'equilibrio del nostro mare con aree protette, non si sono fermati davanti a niente. Delusione totale verso il consigliere del m5s, Schiano, che i giorni prima aveva parlato di criticità del progetto ma poi pure lui vota SI. Ci rendiamo conto che la politica al giorno d'oggi non è più credibile. Si sono alleggeriti con le parole, ristori,compensazioni e mitigazione, se questa opera non facesse niente non ci sarebbe bisogno di questi bonus, se ce li danno è perchè sanno che saremo danneggiati. Solo l'intervento di un consigliere, Donati, è meritevole di essere citato. Egli ha criticato sia la serata della presentazione del progetto sia l'incontro del sindaco il giorno 17 per parlare con la cittadinanza come luogo ha scelto la sede del pd, ritenendola cosa poco opportuna. Donati inoltre ha detto che la miglioria del viale di Punta Marina non deve passare come una compensazione ma come una cosa dovuta da una amministrazione inoltre ha ribadito che le famiglie che abiteranno vicino alla centrale probabilmente saranno costrette a lasciare le proprie case e che le piante che verranno messe per formare il bosco saranno a una altezza che serviranno molti anni per essere utili, Donati e Grandi non hanno partecipato al voto. La ciliegina sulla torta è quando il consigliere Errani alla fine del suo discorso ha detto che un domani quando guarderà il mare sarà certo di avere preso la decisione giusta. Il consiglio ha sentenziato, condannato persone innocenti ad avere una vita piena di paure rompendo il loro equilibrio e mettendo a rischio la loro salute, rovinando una parte di mare con un ecosistema fragile e sempre sperando che non succeda qualcosa di più grave e irreparabile. La Giunta ha votato per il Si a un progetto assurdo, il peggiore, pericoloso e dannoso allo stesso tempo. Ieri abbiamo visto una nave che si è scontrata con un peschereccio qui nel nostro mare, il peschereccio è affondato, mi chiedo se fosse stata una nave metaniera cosa sarebbe successo? Ma loro ci hanno rassicurato che i rischi sono pressocchè inesistenti, hanno fretta, devono raggiungere il loro obbiettivo, con la scusa della guerra e dell'emergenza faranno un opera che ci costerà più di un miliardo che fra 2 anni, quando sarà finita, probabilmente non servirà più e qui a pagare saranno sempre i cittadini.

Gruppo cittadini di Punta Marina firmatari della petizione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore, i cittadini contrari al progetto: "Condannati a una vita piena di paure"

RavennaToday è in caricamento