rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Riqualificazione di Cervia, "50+ luoghi da rigenerare": nasce l’unità di progetto

Gli uffici tecnici e del patrimonio saranno coinvolti in staff da questa unità, che si è resa necessaria per rafforzare la struttura tecnica in quanto il settore lavori pubblici è già molto impegnato nelle grandi opere e cantieri dello sblocca Cervia

Il Comune di Cervia ha attivato l’unità di progetto “50 + luoghi da rigenerare: un cantiere aperto ai cittadini” per dare corso al programma di mandato, che prevede la riqualificazione di oltre cinquanta luoghi in tutto il territorio comunale. Gli uffici tecnici e del patrimonio saranno coinvolti in staff da questa unità, che si è resa necessaria per rafforzare la struttura tecnica in quanto il settore lavori pubblici è già molto impegnato nelle grandi opere e cantieri dello sblocca Cervia: sottopasso ss16-71 bis, rotonda saline, riqualificazione del Borgomarina e viale Matteotti, riforestazione della pineta di Pinarella, scuola di Castiglione, fascia retrostante i bagni e le attività ordinarie e di manutenzione. 

Tale unità, sotto la direzione del Dirigente del settore urbanistica edilizia privata, fa parte della più ampia “Unità progetti di mandato” in staff al Sindaco con l’obiettivo della semplificazione burocratica, lo snellimento del sistema, il miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza degli interventi che comprende varie unità di progetto, sotto il coordinamento del Segretario Comunale e della Direzione Operativa composta dai dirigenti comunali.

L'amministrazione comunale precisa che è "necessario dunque prevedere l’affidamento di un incarico di alta specializzazione per funzionario tecnico cat.D3 quale responsabile della unità “50 + luoghi da rigenerare”, al di fuori della dotazione organica del comune, mediante contratto a tempo determinato per la durata del mandato politico-amministrativo. Tra il personale della carriera direttiva dell’ente infatti non è rinvenibile una figura che, oltre ad essere in possesso di adeguate competenze tecniche in materia, possa anche farsi carico della responsabilità di questa unità, alla luce sia della complessità amministrativa, tecnica ed organizzativa delle attuali strutture ordinarie".

"Il potenziamento della struttura tecnica è purtroppo necessario per permetterci di perseguire l'obiettivo di rigenerazione di tanti luoghi importanti per la città, la burocrazia anche per il pubblico è sempre molto impegnativa - commenta il sindaco Luca Coffari -. In primis l'unità intersettoriale lavorerà per candidare il Magazzino Darsena a bandi di finanziamento per permetterne la riapertura entro questo mandato, ma poi anche sui tanti altri luoghi ancora da rigenerare nella nostra città e su ambiti importanti come il compendio delle saline. A breve la delega politica verrà anche assegnata specificatamente ad un assessore, in modo da poterla seguire al meglio sotto tutti i profili".

Dei 50 luoghi in programma già per una decina sono stati avviati i procedimenti, alcuni sono già stati rigenerati e per altri è partito il recupero. In Piazzetta Pisacane si è provveduto al nuovo arredo ed illuminazione e al restauro della tabella delle misure. Riqualificazione del Woodpeker per eventi avvio percorso sul suo futuro utilizzo. Al Quartiere Milazzo, la messa in sicurezza della strada e sistemazione percorso ciclo-pedonale. Nella Zona 30 quartiere Malva avvio primo stralcio e collegamento ciclabile con via Martiri Fantini e riavvio lavori immobile e piazza del quartiere. Per quanto concerne l'Anello del Pino, autorizzazione della prima fase del parco tematico a cura dei privati. Per l'Osteriaccia avvio confronto tecnico con imprenditori privati.

Lungo fiume Savio è prevista la realizzazione della pista ciclabile. Per quanto concerne i Magazzini del Sale Darsena si provvederà ad un'illuminazione artistica e soluzione per finanziamento   recupero alternativo al progetto Pentagramma tramite bando Regione. Per l'ex barbiere si provvederà alla assegnazione nuova attività produttiva. Riqualificato il vialetto degli artisti, con un nuovo progetto culturale. Per Borgomarina è stato finanziato I stralcio di riqualificazione, mentre si è provveduto alla sperimentazione della ztl estiva.

Restaurato il Mercatino del Pesce, con l'inizio del confronto sul suo futuro. Al Cral saline è stato realizzato percorso partecipativo, manifestazione d’interesse e avviate pratiche per il passaggio di proprietà da demanio al comune. Per la Torre esagonale restauro e realizzazione del museo interattivo da Ficocle a Cervia nuova. Per quanto concerne la segnaletica di accesso alla città e saline vinto bando europeo realizzazione fisica dei pannelli in corso; a Palazzo Guazzi sistemazione area esterna, recupero cantine allagate, percorso di valorizzazione in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione di Cervia, "50+ luoghi da rigenerare": nasce l’unità di progetto

RavennaToday è in caricamento