Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Riqualificazione dell'ex tiro a segno in Darsena: "Lungaggini amministrative"

Per la riqualificazione dell'ex tiro a segno in darsena a Ravenna il Comune sta facendo i conti con le "lungaggini amministrative"

Per la riqualificazione dell'ex tiro a segno in darsena a Ravenna il Comune sta facendo i conti con le "lungaggini amministrative". A chiedere conto sull'iter martedì in consiglio comunale è il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi in una interrogazione e l'assessore al Patrimonio Massimo Cameliani spiega che si tratta di un "bene di assoluta importanza" su cui ha acceso i fari la precedente Amministrazione, anche nell'ambito della candidatura a Capitale europea della cultura 2019.

Con la giunta De Pascale, sottolinea, c'è stata "un'accelerazione sulla riappropriazioni di spazi strategici dallo Stato", ma l'area in questione "non ha avuto la stessa fortuna della caserma Dante Alighieri", incappando appunto in "lungaggini amministrative". Resta comunque ferma "la volontà dell'Amministrazione di entrare in possesso dell'area", che è divisa in due parti, una storica e una recente. Per la seconda si è più avanti e si attende "dallo Stato la formalizzazione di riattivazione della procedura per acquisirla".

Per quella storica, invece, lo Stato ha chiesto alla Soprintendenza una verifica culturale per attivare le norme di federalismo culturale. Tuttavia, sottolinea l'assessore, "tale procedura non risulta affidata. C'è un fermo amministrativo tra Stato e Soprintendenza". Sarà dunque la prossima giunta a confermare "l'impegno - conclude - per la riqualificazione" dell'area ex tiro a segno, per cui rimangono validi i principi del Poc darsena: area sportiva attrezzata, recupero degli edifici e restyling ambientale e dell'argine. (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione dell'ex tiro a segno in Darsena: "Lungaggini amministrative"

RavennaToday è in caricamento