Barista rifiuta di servire alcolici ad ubriachi: scoppia un "duello rusticano"

Come ricostruito dagli inquirenti, un paio d'ore prima i due nordafricani, insieme ad un terzo connazionale, tutti alticci, sono andati al bar per consumare altri alcolici

Rissa nel cuore della nottata tra sabato e domenica ni pressi di un bar di Lido di Classe. Quando i Carabinieri della stazione di Savio e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cervia e Milano Marittima sono arrivati sul posto, sotto un albero distante qualche centinaio di metri dal locale, erano presenti due marocchini alticci, già noti alle forze di polizia, uno dei quali ha un grosso bernoccolo in testa. Come ricostruito dagli inquirenti, un paio d’ore prima i due nordafricani, insieme ad un terzo connazionale, tutti alticci, sono andati al bar per consumare altri alcolici.

Di fronte al netto rifiuto del barista (seguita dalla richiesta di intervento al “112”), i tre si sono allontanati protestando animatamente. Dopo un po' lo sgangherato trio è ricomparso, con uno di loro che aveva un palo in lamierino, lungo un paio di metri, asta dell’avvolgibile di una serranda, rimediata chissà dove. Il titolare del bar che si è difeso impugnando il bastone metallico normalmente utilizzato per abbassare la serranda. Tra reciproci improperi e insulti, un colpo alla testa di uno dei marocchini ha posto fine al confronto: uno dei tre è scappato da solo, gli altri hanno ripiegato nelle vie attigue dove, esanimi, si sono accasciati sotto un albero chiedendo l’intervento dei sanitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Ravenna, dove gli è stato accertato un tasso alcolemico di quasi 3 grammi per litro. La Tac ha escluso danni, ma solo lesioni lievissime, venendo dimesso domenica mattina. Le loro “armi” sono state sequestrate e tutti i duellanti sono stati denunciati per le reciproche minacce, mentre i marocchini dovranno rispondere anche per ubriachezza. A casa del barista è stata trovata una pistola scacciacani, che è stata sequestrata dagli inquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento