Cronaca

Risse a Ravenna, Bazzoni (PdL): "Eccessivo lassismo del Comune"

Nei giorni scorsi si sono verificate due maxi-risse in pieno centro a Ravenna, protagonisti "decine di immigrati extracomunitari armati di coltelli e mazze, presumibilmente per il controllo di traffici illeciti"

Nei giorni scorsi si sono verificate due maxi-risse in pieno centro a Ravenna, protagonisti “decine di immigrati extracomunitari armati di coltelli e mazze, presumibilmente per il controllo di traffici illeciti”. Gianguido Bazzoni, del gruppo “Popolo della Libertà, interroga la Giunta per chiedere quanti extracomunitari non in regola siano arrivati in Romagna e a Ravenna nell’ultimo anno, e in particolare dopo il crollo dei regimi nordafricani. Segnala, inoltre, l’esistenza di una rete di “basisti” che richiamano clandestini nel ravennate, un’area “considerata tranquilla e colonizzabile”.


Bazzoni afferma che da tempo la popolazione ravennate protesta per la politica lassista del Comune, che ha permesso la costruzione di un’enorme moschea e non fa altro “che incentivare gli arrivi di chi sa benissimo che può trovare la massima tolleranza e l’ambito migliore per infrangere le regole del vivere civile o per delinquere”, e chiede alla Giunta di stanziare i fondi necessari affinché il Comune possa chiudere e mettere in sicurezza tutti i possibili siti di ricovero per clandestini, nonché rafforzare la Polizia municipale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse a Ravenna, Bazzoni (PdL): "Eccessivo lassismo del Comune"

RavennaToday è in caricamento