rotate-mobile
Cronaca

Una cena a lume di candela contro il caro bollette: l'iniziativa dei ristoranti ravennati

Una serata dedicata alla cena/aperitivo a lume di candela, sia per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema, sia per protestare pacificamente, che per contenere, pur minimamente, il consumo di energia elettrica

L’aumento dei costi di energia elettrica e gas sta mettendo in ginocchio la struttura dei costi fissi delle imprese e quindi la sostenibilità economica. In questo difficile contesto, Confcommercio e Confesercenti Ravenna hanno raccolto l’esigenza dei pubblici esercizi di esprimere un grido di allarme, in attesa di conoscere quali saranno gli strumenti di sterilizzazione degli aumenti messi in campo dal Governo.

Venerdì 11 marzo, in occasione della 18esima edizione di "M'illumino di meno" (Giornata del risparmio energetico) i pubblici esercizi possono aderire a una declinazione locale della manifestazione denominata “A lume di candela”. Nella serata di venerdì Confcommercio e Confesercenti Ravenna invitano a promuovere nei locali una serata dedicata alla cena/aperitivo a lume di candela, sia per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema, sia per protestare pacificamente, che per contenere, pur minimamente, il consumo di energia elettrica. Stessa cosa è avvenuta a Faenza, con diversi locali che hanno aderito all'iniziativa.

I ristoranti ravennati aderenti

  •     Mercato Coperto
  •     Osteria Al Boschetto
  •     Ristorante Babaleus
  •     Ristorante Ca’ Rossa
  •     Ristorante Hotel Classensis
  •     Ristorante La Campaza
  •     Ristorante La Gardela
  •     Ristorante Pizzeria Field
  •     Ristorante Pizzeria Naif

Per le attività che intendono aderire all’iniziativa “A lume di candela” possono comunicare l’adesione ai seguenti contatti: per Confesercenti e-mail provinciale.ravenna@sicot.it - tel. 0544292711; per Confcommercio e-mail confcommercio@confcommercio.ra.it - tel. 0544515667. L'unico impegno che viene richiesto al bar/ristorante è quello di spegnere le luci nelle sale aperte al pubblico, proporre una serata a lume di candela per i clienti e comunicare l'adesione ai contatti citati.

Cene a lume di candela anche a Lugo

Anche Confesercenti e Confcommercio Ascom di Lugo aderiscono all'iniziativa per il risparmio energetico. Nella serata di venerdì anche i locali lughesi aderenti promuoveranno una serata dedicata a cene/aperitivi a lume di candela, sia per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema del caro bollette, sia per protestare pacificamente, che per contenere, pur minimamente, il consumo di energia elettrica.

“Una protesta contro il caro bollette, per sensibilizzare la clientela e le amministrazioni. Le imprese associate stanno ricevendo in questi giorni bollette addirittura raddoppiate, rincari che gravano su un bilancio già provato da due anni di pandemia. Questa volta si abbassano le luci – conclude Luca Massaccesi di Confcommercio Ascom Lugo – sperando di non dover abbassare le serrande un domani”.

Come spiega Giancarlo Melandri di Confesercenti Lugo: “Questa iniziativa è stata voluta e pensata proprio per puntare i riflettori su quello che oggi è uno dei problemi insostenibili, ovvero il costo dell’energia elettrica e del gas per famiglie e piccole imprese. Una situazione che settimana dopo settimana non accenna a ridimensionarsi. E’tempo di agire velocemente per evitare e scongiurare il collasso di tutto il sistema produttivo.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una cena a lume di candela contro il caro bollette: l'iniziativa dei ristoranti ravennati

RavennaToday è in caricamento