rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca

Rolex e borse di Louis Vuitton venduti in spiaggia: ma erano ovviamente falsi

Milano Marittima continua ad essere meta di vacanze preferita dai turisti italiani e stranieri. E con l’arrivo dei villeggianti anche i venditori di prodotti contraffatti si trasferiscono sulla costa romagnola per i loro affari illeciti.

Milano Marittima continua ad essere meta di vacanze preferita dai turisti italiani e stranieri. E con l’arrivo dei villeggianti anche i venditori di prodotti contraffatti si trasferiscono sulla costa romagnola per i loro affari illeciti. Con l’inizio della stagione estiva la Tenenza della Guardia di Finanza di Cervia ha intensificato i controlli a tutela del “Made in Italy” e delle numerose attività commerciali locali che offrono prodotti e servizi ai numerosi clienti

In particolare, i finanzieri sono impegnati a prevenire la vendita della merce falsa sulla spiaggia con controlli nelle zone considerate “calde” a ridosso dell’arenile e nelle immediate vicinanze, cercando pertanto di intercettare le entrate e le uscite dei venditori abusivi dalle spiagge, approntando un dispositivo di osservazione per poter identificare i venditori abusivi e sequestrare la merce contraffatta lontano dagli usuali luoghi di vendita.

Nello specifico, l’ultimo colpo messo a segno è avvenuto nel corso di un posto di controllo predisposto dopo appostamenti e pedinamenti: le Fiamme Gialle hanno intercettato le autovetture che gli abusivi utilizzano per trasportare la merce in spiaggia. Sono stati sequestrati 100 pezzi di merce delle più note case di moda italiana e internazionale. Tra questi 21 orologi di marche extralusso (tra cui 10 Rolex, 4 Patek Philippe, 2 IWC, 2 Ademars Piguet); tutti palesemente falsi ma di elevata fattura e qualità.

Oltre all’orologeria sono stati rinvenuti e sequestrati anche 80 articoli falsi delle primarie griffe (tra cui 23 borse di Louis Vuitton e 4 di Chanel) ed accessori di pelletteria (tra cui 4 cinture di Hermes e 3 portafogli di Louis Vuitton).

Tutti gli articoli erano destinati alla immissione sul mercato illegale ed un cittadino straniero è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria di Ravenna per i reati di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rolex e borse di Louis Vuitton venduti in spiaggia: ma erano ovviamente falsi

RavennaToday è in caricamento