rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

In piazza si canta "Romagna mia": il flash mob per raccogliere fondi dopo la catastrofe

L'iniziativa si terrà a Ravenna e in altre città colpite dall'alluvione: parteciperanno Riccarda Casadei, Roberta Cappelletti, Frank David e altri artisti

Tutti in piazza nelle principali città romagnole domenica in tarda mattinata per cantare insieme "Romagna mia" e promuovere le raccolte fondi nei singoli territori comunali. Questa è l’idea partita dal basso attraverso l’associazione Rumours For Children supportata dai sindaci di Ravenna, Faenza e Cervia.

A Ravenna, in Piazza del Popolo, sono attese per le 11,30 Riccarda, Lisa e Letizia, figlia e nipoti di Secondo Casadei, compositore dell’inno romagnolo. Il sindaco Michele de Pascale sarà presente per ritrovarsi anche solo per un breve istante insieme a tutti i cittadini che parteciperanno. In piazza la raccolta fondi, a tale proposito, sarà promossa attraverso l’iban che il Comune di Ravenna ha appositamente aperto a sostegno delle famiglie e delle realtà colpite sul territorio comunale (IBAN: IT96V0627013100CC0000308106).  

Ha aderito anche Faenza che si ritroverà alla stessa ora in Piazza del Popolo, grazie al coordinamento del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, con la rockstar del liscio Roberta Cappelletti e il duo indie del folklore Emisurela insieme a Max Monti. Ci saranno anche Patrizia Ceccarelli, Frank David, Max Monti e tanti altri artisti. L’evento promuoverà per la raccolta fondi del Comune di Faenza: iban IT20V0627013199T20990000808, causale "Donazione emergenza alluvione 2023".

“Lo scopo del flashmob, oltre alla raccolta fondi, è quello di cercare di superare questa terribile calamità ribadendo l’importanza che la comunità e i suoi valori hanno in Romagna - afferma Paolo Bravura ideatore dell’iniziativa - perché storicamente sempre abbracciandoci e cantando abbiamo superato le peggiori catastrofi nel nostro territorio”.

“Niente deve farci perdere il nostro innato ottimismo che è da sempre nel DNA romagnolo - aggiunge Chiara Francesconi, per l’associazione Rumours For Children - Noi sappiamo che trovarci insieme solo per pochi istanti, cantando semplicemente il meraviglioso inno della nostra terra, ci darà quello sprint e quella energia per andare avanti e riprenderci al più presto nella speranza che i giorni più brutti siano passati: i burdél de paciùg, (ragazzi del fango) che sono il nostro futuro migliore, ce lo stanno ampiamente dimostrando”.      

“Siamo lieti di aderire a questa iniziativa dopo avere sentito Romagna Mia come colonna sonora dei Burdel de Paciug a Faenza in queste due drammatiche settimane - dichiara Giordano Sangiorgi, patron del MEI - E’ un inno mondiale realizzato dal grande Maestro Secondo Casadei e inciso su disco per la prima volta nel 1954 con la voce della cantante di liscio faentina Arte Tamburini, alla quale ogni anno dedichiamo un premio per ricordarla e premiare i migliori talenti e che tornerà il prossimo 30 agosto a Monte Brullo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza si canta "Romagna mia": il flash mob per raccogliere fondi dopo la catastrofe

RavennaToday è in caricamento