menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Romagna suona nella terra del jazz: il concerto dei Nola Connection a New Orleans

Il live della formazione italo-statunitense si è svolto nel prestigioso Jazz Museum nella città simbolo della Louisiana poco prima che si scatenasse l'epidemia di Coronavirus in tutto il mondo

Musicisti italiani e statunitensi assieme su un palco prestigioso della Louisiana. Appena prima dell'inizio dell'emergenza Coronavirus la collaborazione tra il festival ravennate Spiagge Soul e il New Orleans Jazz Museum, l’ente che tutela e promuove la conoscenza del Jazz nel luogo dov’è nato, ha permesso ai Nola Connection di esibirsi nella terra del soul e del jazz.

La band che unisce musicisti italiani e statunitensi, nata proprio nell’ambito di Spiagge Soul, si è esibita in concerto al New Orleans Jazz Museum prima dello scoppio dell’epidemia a livello globale. “Non vediamo l’ora di nuove collaborazioni. I nostri cuori e le nostre anime sono vicini al popolo italiano in questi tempi difficili”, afferma Greg Lambousy, direttore del museo.

“È solo un primo tassello, lavoreremo per portare altri musicisti italiani negli Stati Uniti”, aggiunge Francesco Plazzi, presidente di Blues Eye e direttore artistico di Spiagge Soul. Già dal 2017 infatti Spiagge Soul ha avviato una collaborazione con l’importante istituto musicale americano che ha già fruttato una serie di iniziative comuni, come le mostre fotografiche organizzate durante il festival nei locali ravennati ma soprattutto l’arrivo in Italia di band statunitensi, che hanno arricchito il programma della rassegna musicale. 

Proprio per rafforzare questa partnership, dal 22 febbraio al 13 marzo, alcuni musicisti italiani si sono recati a New Orleans per riproporre negli Stati Uniti un progetto nato all’interno di Spiagge Soul, lo show dei Nola Connection, un super-gruppo formato da artisti italiani e americani che ha aperto l’edizione 2019 del festival nel segno del Jazz primordiale. Uno spettacolo che ha così ripreso forma il 10 marzo sul palco del New Orleans Jazz Museum davanti a un pubblico numeroso, con Francesco Plazzi, direttore artistico di Spiagge Soul e chitarrista, il sassofonista Marco “Benny” Pretolani e la cantante Gloria Turrini, assieme a tutti i componenti della Soul Brass Band, una delle formazioni più importanti della Louisiana e amica del festival, protagonista di una vera e propria “residenza artistica” l’anno scorso sulla Riviera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento