Rubano al supermercato e aggrediscono il direttore: arrestati due ragazzi

Quando i due giovani hanno oltrepassato il cassiere a passo spedito facendo finta di non aver acquistato nulla, il direttore e il suo collaboratore li hanno fermati per convincerli a tirare fuori la merce sottratta

I Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Faenza hanno arrestato con l’accusa di rapina impropria due giovani originari dell’Albania che, dopo aver rubato alcune confezioni di caffè dagli scaffali di un supermercato, hanno aggredito il direttore che aveva cercato di fermarli. L’episodio è avvenuto intorno alle 9:30 di mercoledì in un supermercato di corso Garibaldi. Uno dei commessi ha notato che due giovani si stavano aggirando nelle corsie del supermercato e li ha tenuti d’occhio per osservare i loro movimenti. Quando ha visto che i due hanno cominciato a nascondere sotto i loro giubbotti alcune confezioni di caffè, il dipendente ha avvisato il titolare del punto vendita ed entrambi si sono diretti velocemente in prossimità dell’uscita per verificare se avevano intenzione di pagarle.

Nel frattempo qualcuno ha telefonato al 112 per segnalare ciò che stava accadendo e la centrale operativa ha subito inviato sul posto due Carabinieri. Quando i due giovani hanno oltrepassato il cassiere a passo spedito facendo finta di non aver acquistato nulla, il direttore e il suo collaboratore li hanno fermati per convincerli a tirare fuori la merce sottratta. A quel punto uno dei due ragazzi è riuscito a scappare dopo aver reagito contro il titolare, strattonandolo violentemente fino a costringerlo a lasciare la presa, ma dopo pochi metri è stato fermato lungo corso Garibaldi da un operaio che stava eseguendo alcuni lavori e che aveva sentito le urla provenire dal supermercato. Anche il complice è stato bloccato dopo aver cercato a sua volta di divincolarsi, senza riuscirci. Dopo alcuni istanti è arrivato sul posto un equipaggio del radiomobile che ha preso in consegna i due ragazzi e li ha perquisiti, recuperando cinque confezioni di caffè che avevano sottratto dagli scaffali. I due, un 20enne e un 22enne, entrambi senza fissa dimora, sono stati portati in caserma. Il più giovane è risultato irregolare sul territorio italiano e positivo alla banca dati delle forze di Polizia per una sfilza di arresti e denunce per reati contro il patrimonio commessi dall’inizio dell’anno, compresa una condanna. Per entrambi è scattato l’arresto per rapina impropria in concorso e, su disposizione del pubblico ministero Antonio Vincenzo Bartolozzi, i giovani sono stati portati in carcere a Ravenna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nel riminese il primo caso in Romagna

  • Il titolare del negozio di via Corrado Ricci 'bloccato' in Cina: "Non usciamo di casa da un mese"

Torna su
RavennaToday è in caricamento