Sagra di Pentecoste di Castelbolognese: a sorpresa arriva Katia Ricciarelli

Soddisfatto anche Giovanni Morini, assessore alla Cultura del Comune di Castel Bolognese

Va in archivio con il tradizionale bagno di folla del lunedì sera la 385esima Sagra di Pentecoste di Castelbolognese che affida alla qualità artistica di Ron il proprio, gustoso, epilogo. Dispensa grandi sorrisi il presidente dell’Associazione Turistica Pro Loco Castel Bolognese Alessandro Dari: “Tolte le consuete bizze meteorologiche che non ci facciamo mai mancare durante il nostro appuntamento, devo dire che il bilancio complessivo è assolutamente positivo".

"Addirittura con la sorpresa finale della presenza pomeridiana sul palco di piazza Bernardi di Katia Ricciarelli, in zona per motivi lavorativi, che ha portato il proprio saluto anche ai volontari impegnati nelle cucine della sagra - continua Dari -. Mi dicono di un avvistamento della Pausini a pochi metri da noi, dalla parrucchiera, Castel Bolognese caput mundi della musica italiana per un giorno. Ringrazio tutte le persone che si adoperano volontariamente per la buona riuscita della manifestazione, gli sponsor e l’Amministrazione Comunale di Castel Bolognese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grande attesa del pubblico per la ricca tombola (2500 euro di montepremi) ed occhi rivolti al terrazzino del locale municipio per l’estrazione che premia una bionda signora castellana alla 54° chiamata. Soddisfatto anche Giovanni Morini, assessore alla Cultura del Comune di Castel Bolognese: “Ottima affluenza di visitatori all’indirizzo della ricca programmazione culturale, quest’anno oserei dire ancora più qualitativa del solito. Si conferma solido il binomio Sagra di Pentecoste - cultura”. Consensi che si estendono ad un’intera programmazione capace di accontentare grandi e piccini con il coloratissimo luna park. Partecipazione totale e sentita della città alle funzioni religiose poste alle origini della festività, per non parlare delle sfilate folcloriche che sviscerano ancora l’emotività delle proprie radici. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento