menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sant'Agata saluta i gemelli francesi dopo cinque giorni di scambi culturali

In questo periodo i rappresentanti dei comuni del Limousin, che hanno dato vita al Comité de Jumelage Noblat Aigues Vives, sono stati presenti alla 27esima edizione di Bassa Romagna in Fiera

Si è conclusa la visita dei comuni gemellati con Sant’Agata sul Santerno. La delegazione dei gemelli francesi di Eybouleuf, La Geneytouse, Royères e Saint Denis des Murs ha infatti soggiornato a Sant’Agata dal 6 al 10 settembre.

"Sono stati giorni intensi e importanti per la promozione dell'economia, della storia e della cultura del nostro territorio – ha dichiarato il sindaco di Sant’Agata sul Santerno Enea Emiliani - . Sono stati l’occasione per progettare opportunità di scambi sportivi e scolastici, per ribadire la nostra amicizia e condividere i valori dell'Unione Europea, che hanno garantito ai nostri Paesi il più lungo periodo di pace e sviluppo".

In questo periodo i rappresentanti dei comuni del Limousin, che hanno dato vita al Comité de Jumelage Noblat Aigues Vives, sono stati presenti alla 27esima edizione di Bassa Romagna in Fiera e hanno visitato monumenti e aziende della Bassa Romagna. La delegazione francese ha infatti partecipato, sabato 8 e domenica 9 settembre, agli incontri “Gemellaggi: incontri di lingue, culture diverse e di nuove amicizie”, previsti nello stand dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna nell’ambito della biennale dedicata ad agricoltura, artigianato, industria e commercio.

Durante il suo soggiorno a Sant’Agata sul Santerno la delegazione ha inoltre visitato alcuni musei della Bassa Romagna, come il Museo del Castello di Bagnara, il Museo Varoli di Cotignola e l’Ecomuseo delle erbe palustri di Villanova di Bagnacavallo e alcune realtà produttive come la Valfrutta di Barbiano di Cotignola e l'Eurovo di Sant'Agata sul Santerno. Diverse anche le associazioni incontrate, come il Santagata Sport, con cui si è parlato di futuri progetti di scambio sportivo. La visita è stata anche l’occasione per discutere di alcuni progetti di scambio scolastico. Non sono mancati i momenti conviviali grazie alla collaborazione con associazioni santagatesi come la Pro Loco, il Centro sociale Ca di Cuntaden e il circlo Anspi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento