rotate-mobile
Cronaca

Santerno, il Centro ricreativo estivo compie i 18 anni di attività

La formula è ormai collaudata: un gruppo di nonni, guidati da Mauro Perini, fanno volontariato nel centro animando le giornate dei bambini e delle bambine con laboratori di panificazione, ricamo, falegnameria, disegno e pittura.

Compie 18 anni il Cre di Santerno “Estate sul filo della memoria” visitato questa mattina, come ormai da tradizione, dal sindaco Fabrizio Matteucci e dall’assessora al Decentramento Valentina Morigi. Le attività del Centro ricreativo estivo, promosso dall’associazione culturale e ricreativa Comitato Promotore di Santerno, si svolgono fino al 7 agosto nella ex scuola elementare del paese e quest’anno hanno registrato 380 iscritti. L’esperienza è sostenuta dall’assessorato al Decentramento, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e dalla Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna. La formula è ormai collaudata: un gruppo di nonni, guidati da Mauro Perini, fanno volontariato nel centro animando le giornate dei bambini e delle bambine con laboratori di panificazione, ricamo, falegnameria, disegno e pittura.

“Si tratta – commentano il sindaco Matteucci e l’assessora Morigi – di un’esperienza davvero preziosa, non solo per i bambini ma anche per i nonni, che con il volontariato si rendono attivi nella vita della comunità. E questo è solo uno dei numerosissimi esempi nel nostro forese di come grazie al volontariato e alla partecipazione attiva dei cittadini vengano proposte attività in grado di mantenere ed arricchire quel senso di comunità che costituisce una risorsa inestimabile del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santerno, il Centro ricreativo estivo compie i 18 anni di attività

RavennaToday è in caricamento