Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Sciopero in Marcegaglia: c'è l'accordo. "Ma la contrattazione continua"

I lavoratori ex Ferrari hanno discusso e approvato l’accordo sottoscritto da Sgb con Marcegaglia e La Cisa e hanno trasformato il presidio in assemblea permanente, per seguire passo a passo l’iter delle trattative

A conclusione della settima giornata di sciopero, i lavoratori della logistica Ferrari in appalto alla Marcegaglia portano a casa un importante risultato. Giovedì sera,dopo che i lavoratori hanno prima presidiato lo stabilimento Marcegaglia, poi la Prefettura di Ravenna e infine la sede di Confindustria dove si è svolto l’ultimo incontro, è stato firmato un importante accordo dal sindacato generale di base Sgb, Marcegaglia e La Cisa (principale committente). "Con tale accordo si stabilisce un grosso ridimensionamento del ruolo della CoFaRi con relativo taglio dell’appalto, di cui invece si farà carico direttamente la Cisa - spiega il dirigente Sgb Massimo Betti - assumendo un'importante parte dei lavoratori con contratto nazionale metalmeccanici e a tempo indeterminato, con una significativa riduzione degli esuberi preventivati; esuberi che saranno oggetto di ulteriori contrattazioni, con l’obiettivo di dare a tutti un lavoro dignitoso e a tempo indeterminato".

I lavoratori ex Ferrari hanno quindi discusso e approvato l’accordo sottoscritto da Sgb e hanno trasformato il presidio in assemblea permanente, per seguire passo a passo l’iter delle trattative. "Un risultato di una lotta che è stata molto dura, ma in grado di raccogliere un fondamentale consenso e un'importantissima solidarietà tra gli operai della fabbrica, gli studenti e lavoratori di altre aziende - conclude il dirigente sindacale - Un risultato che non era scontato".

Nell'accordo firmato si legge: "Marcegaglia spa e La Cisa trasporti industriali srl, in virtù del senso di responsabilità e serietà alla base delle proprie culture aziendali e riconoscendo le professionalità dei lavoratori di Logistica Ferrari, propongono di: La Cisa prenderà in carico diretto una parte delle attività oggetto del contratto di appalto stipulato con Marcegaglia. In conseguenza di ciò, La Cisa assumerà il numero massimo di lavoratori a tempo indeterminato di Logistica Ferrari compatibile con le proprie esigenze organizzative. Tali assunzioni avverranno con contratti a tempo indeterminato, senza periodo di prova e con l'inquadramento del Ccnl Metalmeccanica industria privata, oltre a quanto previsto dalla contrattazione di secondo livello. Nell'ambito dell'individuazione del progetto che individuerà il numero dei lavoratori necessari e che dovrà durare il minor tempo possibile, La Cista precisa che dovranno essere necessariamente ridefiniti i precedenti accordi sottoscritti con i subappaltatori CoFaRi e Lb Coop. Le organizzazioni sindacali condividono i criteri individuati da Marcegaglia e La Cisa che consentiranno di limitare l'esubero di personale a oggi previsto e di ricollocare una quota importante dei lavoratori all'interno dello stabilimento. Le parti convergono, alla luce dei tempi sopra richiamati, che entro 15 giorni si rincontreranno per verificare lo stato di avanzamento, sulla base dei criteri sottoscritti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero in Marcegaglia: c'è l'accordo. "Ma la contrattazione continua"

RavennaToday è in caricamento