Sciopero totale alla Western Atlas: l'azienda per ora sospende i trasferimenti

L'adesione allo sciopero è stata totale alla Western Atlas: lo fanno sapere, con una nota, i sindacati del settore chimico Filctem-Cgil e Uiltec-Uil di Ravenna

L'adesione allo sciopero è stata totale alla Western Atlas: lo fanno sapere, con una nota, i sindacati del settore chimico Filctem-Cgil e Uiltec-Uil di Ravenna. Lunedì si è svolto lo sciopero dei lavoratori di in contestazione alla decisione del nuovo management di Baker Hughes di trasferire tutto il personale presso la propria sede di Pescara. “L’adesione dei lavoratori, riuniti in presidio nella mattinata di fronte alla sede aziendale in zona Bassette, è stata pressoché totale, sia nella parte di staff che In quella degli operativi nei cantieri”, spiega la nota.

L’Amministrazione Comunale, sollecitata nei giorni scorsi ad attivare il tavolo di crisi chimica-energia, aveva immediatamente convocato per  lunedì mattina la Direzione Aziendale, le
Organizzazioni Sindacali e una delegazione di lavoratrici e lavoratori per comprendere le ragioni
del contendere e ricercare soluzioni positive alla vertenza. All'incontro era presente anche il
Consigliere Regionale Gianni Bessi.

Continua la nota: “Le parti sindacali hanno, per l’ennesima volta, ribadito che l’azienda non ha fornito motivazioni tecniche, economiche ed operative soddisfacenti rispetto alla chiusura di Ravenna, probabilmente proprio perché non esistono. E' stato invece sottolineato come la chiusura di una base adiacente alla maggior parte dei cantieri costituisca potenzialmente un rischio per la
sicurezza ed un insensato impatto e costo ambientale dovuto ai futuri continui trasferimenti di
uomini e mezzi tra Pescara e Ravenna”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore alle Attività Produttive Massimo Cameliani, al termine dell’incontro, ha esortato
l’azienda a rivedere le proprie posizioni, sottolineando che il territorio ravennate si batte da anni a
difesa del proprio distretto energetico e non lascerà nulla di intentato per salvaguardare la sua
integrità. A fronte delle richieste di sindacati e istituzioni, la direzione aziendale di Baker Hughes ha
comunicato, nelle ore successive all’incontro, la necessità di conferire con il management
Continental Europe su quanto emerso, congelando per 48 ore l’invio delle comunicazioni di
trasferimento al personale. Le parti si incontreranno nuovamente giovedì.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento