rotate-mobile
Cronaca

Scontri fuori dallo stadio prima della partita, i tifosi del Prato: "Trasferta organizzata alla luce del sole"

Il direttivo degli ultras toscani: "A Ravenna non è presente la cartellonistica per la Curva Ospite, tanto è vero che anche il pullman della squadra è passato dalla nostra stessa strada, dieci minuti più tardi"

Dopo i violenti scontri che, domenica pomeriggio, hanno coinvolto i tifosi di Ravenna e Prato prima della partita fuori dallo stadio Benelli creando momenti di grande tensione, martedì arriva la replica del direttivo della Curva Ferrovia Matteo 27, gruppo di sostenitori della squadra toscana.

"In merito ai fatti accaduti prima dell'incontro di calcio disputato a Ravenna, la Curva Ferrovia Matteo 27 dichiara che tutta la trasferta è stata organizzata alla luce del sole, con tanto di orari di partenza pubblicati su internet e comunicati agli organi preposti, oltre che biglietti nominali - fa sapere il direttivo sulla sua pagina Facebook - Anche questa trasferta è stata organizzata esclusivamente per un ambito sportivo, che è quello che a noi interessa. Tanto è vero che sul pullman erano presenti donne e semplici tifosi".

Il direttivo degli ultras del Prato sottolinea anche che "alle partite in trasferta, come in casa, si è sempre cercato di entrare con un'ora/un'ora e mezzo di anticipo rispetto all'inizio della gara per poter preparare al meglio le coreografie che sempre proponiamo. Si fa notare che a Ravenna non è presente la cartellonistica per la Curva Ospite, tanto è vero che anche il pullman della squadra è passato dalla nostra stessa strada, dieci minuti più tardi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri fuori dallo stadio prima della partita, i tifosi del Prato: "Trasferta organizzata alla luce del sole"

RavennaToday è in caricamento