La beffa della scuola che toglie le porte-finestre: "Col Coronavirus sarebbero state un grande vantaggio"

A sollevare la polemica sulla scuola elementare è la capogruppo in consiglio comunale di CambieRà Samantha Tardi

"Che cos'è il genio? Pare dicasi "genio" una "disposizione naturale spiccata, attitudine, talento" che una persona può possedere in maniera naturale. Ebbene, questo è proprio un caso che racconta la storia di un genio, o di una squadra di geni". A sollevare la polemica sulla scuola elementare Bruno Pasini di Ravenna, struttura che ha goduto di una ristrutturazione e un rinnovamento sia dal punto di vista infrastrutturale che di arredamenti, è la capogruppo in consiglio comunale di CambieRà Samantha Tardi.

Dove sta la particolarità? "La scuola Pasini, da sempre, gode di un pregio che nessun'altra scuola ha: le 10 aule situate al piano terra sono da sempre caratterizzate dal fatto che possiedono grandi porte finestre che danno, grazie a pochi scalini, al cortile interno - spiega la consigliera d'opposizione - Tale pregio, soprattutto in era Covid, è un vantaggio abnorme per i responsabili Covid, in quanto consente ai bimbi, tramite percorsi praticamente dedicati per ogni classe, di poter accedere alla propria aula senza dover condividere spazi chiusi con altri e mantenendo quindi i distanziamenti. Solo le 5 aule situate al primo piano fruirebbero dell'ingresso principale in maniera coordinata".

Poi, però, la beffa: "La scuola subisce una ristrutturazione grazie alla quale vengono, finalmente, sostituiti gli infissi con altri nuovi, di qualità, con migliore contenimento termico - spiega Tardi - Ma badate bene... non si aprono più come porte-finestre: sono solo finestre con basi di vetro! L'unica scuola che avrebbe consentito una gestione perfetta dei bimbi in questo periodo viene malamente modificata distruggendo il suo pregio più grande e riducendo quei gradini come panchine a terra su cui sedersi che danno nel nulla di un infisso bloccato. Alle domande attonite dei genitori pare sia stato banalmente risposto che "sono arrivati questi, non avevamo tempo, abbiamo montato questi". L'Italia fantozziana colpisce ancora e ora tutti i bambini si dividono stretti ingressi (due per la precisione) quando avrebbero potuto avere molto altro. Che cos'è quindi il genio? E per quale motivo dobbiamo continuare a spendere denari pubblici in questo modo deturpando immobili a causa della superficialità burocratica? Io sono allibita!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento