rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

Scuola, 46mila euro per autonomia e qualificazione dell’offerta formativa

Nella seduta di giovedì il consiglio comunale ha approvato all’unanimità i criteri di ripartizione dei contributi comunali, per un totale di 46mila euro, a sostegno dell’autonomia scolastica e della qualificazione dell’offerta formativa

Nella seduta di giovedì il consiglio comunale ha approvato all’unanimità i criteri di ripartizione dei contributi comunali, per un totale di 46mila euro, a sostegno dell’autonomia scolastica e della qualificazione dell’offerta formativa.

La delibera è stata illustrata dall’assessora a Istruzione e infanzia Ouidad Bakkali Bakkali ha precisato che questi contributi sono stati introdotti dalla legge regionale 12 del 2003, che però quest’anno non è stata finanziata dalla Regione; pertanto ha provveduto il Comune, riprendendo i criteri di ripartizione già adottati negli ultimi anni. “E’ una cifra che può sembrare modesta – ha detto Bakkali – ma che risulta vitale per le scuole, affinché possano proporre e costruire progetti molto importanti per gli studenti. Costituisce comunque solo una piccola parte del complessivo Piano dell’offerta formativa per il quale il Comune mette annualmente a disposizione, attraverso vari capitoli di bilancio, circa 600mila euro”.

In particolare, i contributi i cui criteri di ripartizione sono stati ieri approvati serviranno per la realizzazione di azioni educative rivolte a bambini e ragazzi che vivono realtà sociali sempre più complesse, mirate in particolare a includere i bambini e i ragazzi con bisogni speciali, integrare i bambini e i ragazzi stranieri; si tratta in ogni caso di interventi che riguardano l’intera classe/gruppo, con l’obiettivo di essere occasione di crescita globale dal punto di vista sia didattico che formativo.

Dodicimila dei 46mila euro disponibili saranno destinati all’istituto comprensivo di San Pietro in Vincoli in quanto capofila del progetto “Fare storia con la storia”, che si sviluppa principalmente all’interno del museo di San Pietro in Campiano e vede la partecipazione di molte scuole, per un totale di circa quattromila studenti, di cui cento disabili e 450 stranieri.

I restanti 34mila euro saranno suddivisi tra i diversi istituti comprensivi del territorio comunale, compresi l’intercomunale 1 Ravenna – Cervia (per quanto riguarda le scuole primarie Burioli e di Castiglione di Ravenna e la secondaria di primo grado Zignani) e gli istituti paritari Fondazione San Vincenzo De’ Paoli e Tavelli, sulla base dei seguenti criteri: 30 per cento calcolato sul numero degli alunni iscritti, 10 per cento sul numero dei plessi scolastici, 10 per cento sul numero delle classi, 25 per cento sul numero degli alunni portatori di handicap, 25 per cento sul numero degli alunni stranieri.

Nereo Foschini (Ncd) dichiarando il proprio voto favorevole ha detto: “Se un appunto si può fare è sul valore complessivo del contributo, che tenendo conto dell’entità del bilancio del Comune non rappresenta un grande impegno; però riteniamo che la ripartizione sia corretta”.

Daniele Perini (Pd) ha colto l’occasione per dire che al di là di interventi di questo tipo, che giudica favorevolmente, “occorrano leggi che garantiscano il diritto alo lavoro delle persone con disabilità perché solo il lavoro può dare loro piena dignità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, 46mila euro per autonomia e qualificazione dell’offerta formativa

RavennaToday è in caricamento