menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole "smart", Hera premia cinque istituti del ravennate con 'Digi e Lode'

Nella scorsa edizione i premi sono stati utilizzati per l’acquisto, tra gli altri, di monitor touch, lavagne interattive multimediali, videoproiettori, notebook e tablet

La digitalizzazione delle scuole è un argomento quanto mai attuale e il gruppo Hera conferma il suo impegno su questo tema con la premiazione delle prime scuole vincitrici della terza edizione di "Digi e Lode". In particolare, sono 20 gli istituti emiliano-romagnoli che, nel primo quadrimestre, si sono aggiudicati 50mila euro dei complessivi 100mila previsti per l’anno scolastico 2019/2020. Quest’anno, inoltre, la multiutility ha esteso il progetto anche alle scuole di Marche e Abruzzo, con un investimento aggiuntivo di 25mila euro. In tutti i territori verrà pubblicata un’ulteriore classifica al termine del secondo quadrimestre.

Cinque le scuole premiate nel ravennate con 12.500 euro

Nella classifica del primo quadrimestre tra i Comuni emiliano-romagnoli sono cinque le scuole della provincia di Ravenna che hanno vinto: per i Comuni sopra i 50.000 abitanti le primarie Bruno Pasini e Ponte Nuovo di Ravenna e Don Lorenzo Milani e Francesco Carchidio di Faenza, mentre per i Comuni al di sotto dei 50.000 abitanti la vincitrice è la scuola primaria di Massa Lombarda, per un totale di 12.500 euro. Questa somma si aggiunge ai premi già vinti dalle scuole ravennati nelle due precedenti edizioni di Digi e lode, complessivamente 35.000 euro suddivisi tra le scuole di Ravenna, Massa Lombarda e Bagnara di Romagna. Ogni scuola si è aggiudicata 2.500 euro, che serviranno per finanziare progetti di digitalizzazione scolastica con beneficiari gli studenti scelti in autonomia dagli istituti. Nella scorsa edizione i premi sono stati utilizzati per l’acquisto, tra gli altri, di monitor touch, lavagne interattive multimediali, videoproiettori, notebook e tablet, microscopi elettronici, percorsi formativi sulla progettazione tridimensionale, pc, webcam, stampanti 3D e laser.

Le prime 20 scuole vincitrici in Emilia-Romagna

Nella classifica del primo quadrimestre tra i Comuni emiliano-romagnoli sopra i 50.000 abitanti, sono presenti anche due scuole di Ferrara, due di Imola, due di Modena, due di Bologna, due di Cesena e una di Forlì. Per i Comuni sotto i 50.000 abitanti, hanno vinto cinque scuole: a Mordano, a Castelfranco Emilia, Marano sul Panaro, Vignolae Massa Lombarda.

Partecipare a Digi e Lode è semplice, basta un click

Digi e Lode rientra tra le iniziative del gruppo Hera che coinvolgono attivamente i cittadini dei territori serviti. Il progetto, infatti, prevede che ogni volta che un cliente attiva uno o più servizi digitali, messi a disposizione gratuitamente dalla multiutility, dona dei punti alle scuole del suo Comune. Se poi i clienti selezionano sul sito web dedicato una scuola in particolare, i punti vengono moltiplicati per 5 volte. Con i servizi digitali Hera è vicina ai propri clienti, anche a distanza. Grazie all’app My Hera e ai servizi online, ad esempio, è possibile gestire le forniture comodamente da casa: pagare online le bollette e consultare l’archivio, effettuare l’autolettura, controllare l’andamento dei consumi, attivare la domiciliazione bancaria e la bolletta online, ricevere assistenza e tanto altro.

Quasi 185.000 servizi digitali attivati in quattro mesi

Nel primo quadrimestre di Digi e Lode sono stati quasi 185.000 i servizi digitali attivati dai clienti Hera. In particolare, quasi 30.000 sono state le richieste per l’invio della bolletta elettronica e oltre 37.400 le iscrizioni ai servizi online. L’app dedicata alla raccolta differenziata, il Rifiutologo, è stata scaricata 64.400 volte e quasi 52.800 sono stati i download dell’app My Hera, che aiuta il cliente a gestire comodamente dallo smartphone le proprie utenze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento