rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

"Se le toilette di piazza Kennedy devono essere spostate perché se ne affida la gestione?"

Il dubbio del capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi: "La deliberazione n.872 della giunta comunale, stranamente non ancora pubblicata, aggrava ogni dubbio".

Si aggrava il sospetto che le toilette di piazza siano lì per restare. Almeno secondo Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna, che aggiunge un nuovo capitolo alla vicenda. “La deliberazione n.872 della giunta comunale, approvata all’unanimità a fine novembre, stranamente non ancora pubblicata, relatore l’assessore ai lavori pubblici Fagnani, aggrava ogni dubbio. Ha per oggetto: ‘Gestione e manutenzione delle toilette pubbliche nel Comune di Ravenna - Adeguamento complessivo bagni’. Ne deriva un aumento delle toilette comunali autopulenti da 11 a 14: due delle nuove sono indicate in piazza Kennedy. Il costo complessivo del servizio sale così da 86.043 euro l’anno a 106.384, pagato dal Comune ad Azimut, sua società di capitali partecipata anche da cooperative, alla quale lo ha affidato in gestione. L’incasso degli importi da 0,50 euro l’uno versati dagli utenti se li tiene Azimut. La parte del maggior costo versato dal Comune per le toilette di piazza Kennedy compensa le ‘attività di manutenzione ordinaria e di pulizia-sanificazione’ che Azimut è tenuta ad esercitarvi. Per fortuna sono autopulenti. Il mistero delle latrine dunque si infittisce”.

A destare qualche preoccupazione era stato anche il fatto che il blocco delle toilette fosse stato completato con porte, infissi vetrati e rifiniture varie. “Secondo logica – commenta Ancisi -, avrebbero dovuto essere depositati in magazzino, dato che, in caso di trasferimento dei manufatti, dovranno essere rimossi, trasportati e rimontati, con ulteriore spreco di soldi. Di qui il dubbio sull’effettiva volontà dell’amministrazione comunale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se le toilette di piazza Kennedy devono essere spostate perché se ne affida la gestione?"

RavennaToday è in caricamento