Si rifiuta di indossare la mascherina: calci, pugni e minacce di morte ai Carabinieri

L'uomo stava aggredendo verbalmente una donna per il solo fatto che la stessa lo aveva invitato a indossare la mascherina di protezione

Un altro caso di aggressione a seguito di un invito a indossare la mascherina. Nei mesi scorsi ha fatto molto parlare l'uomo che, dopo essersi rifiutato di mettere la mascherina, ha preso a morsi chi ha cercato di fermarlo; così come il passeggero che ha bloccato il bus per finire di fumare una sigaretta, per poi salire a bordo senza alcuna mascherina di protezione e quello che ha picchiato un passeggero del treno che si era lamentato del fatto che l'aggressore non indossasse la mascherina.

Nei giorni scorsi una telefonata al numero di emergenza 112 ha segnalato che un cittadino straniero in una via del centro di Faenza stava aggredendo verbalmente una donna per il solo fatto che la stessa lo aveva invitato a indossare la mascherina di protezione, come attualmente previsto dai dpcm. Visto l’atteggiamento minaccioso e aggressivo, un passante ha avvisato i Carabinieri. Nonostante l’arrivo dei militari del Norm della Compagnia di Faenza, l’uomo ha continuato a inveire contro la donna e, alla richiesta dei militari di calmarsi e di mostrare un documento, ha opposto un secco diniego.

A quel punto è stato invitato a seguire i militari in caserma per essere identificato: ma lui ha opposto un netto rifiuto e, pertanto, i militari hanno tentato di accompagnarlo all’auto. Ma l’uomo ha cercato dapprima di scappare, per poi inscenare una furibonda colluttazione con i Carabinieri, tentando di spingerli con violenza e poi di colpirli con gomitate e pugni. Uno dei due militari è stato costretto a fare uso dello spray urticante più volte per riuscire a bloccare l'aggressore, che è stato poi definitivamente bloccato a terra e ammanettato. Passato lo stordimento dovuto allo spray, l'uomo ha ripreso le sue condotte aggressive colpendo più volte con i calci la portiera dello sportello dell’auto, cercando di impedire ai Carabinieri di prelevarlo e minacciandoli più volte di morte.

L’uomo, un 47enne del Ghana, è stato poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e collocato nella camera di sicurezza della caserma come disposto dal pm di turno Stefano Stargiotti in attesa del rito direttissimo. L’arresto è stato convalidato dal Gip e il 47enne ha patteggiato 5 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Camion dei pompieri si ribalta di ritorno da un incidente: 3 feriti in ospedale

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Un lupo alle porte del centro città: "Ha la rogna, ma non è pericoloso"

  • Coronavirus, numeri ancora alti: 17 vittime nel ravennate, muore un 55enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento