rotate-mobile
Cronaca

Giocattoli pericolosi nel mirino: la Finanza sequestra archi "indiani"

Non è la prima volta che le Fiamme Gialle di Ravenna, sempre attente alla salute dei cittadini soprattutto quando si parla dei più piccoli, ritirano dal mercato prodotti pericolosi

Giocattoli pericolosi sequestrati dai militari della Guardia di Finanza di Ravenna. Si tratta di una novantina di archi “indiani” con relative frecce importati dalla Cina e colpiti da divieto di vendita, in quanto contenenti alcune componenti in plastica nelle quali è risultato presente il dibutilftalato, un solvente chimico vietato in tutti i giocattoli poiché altamente dannoso per i bambini.

I giocattoli in questione sono stati segnalati nel sistema di allerta rapido Rapex (Rapid Alert System for non-food consumer products) dell’Unione Europea, un sistema attraverso il quale le autorità nazionali degli Stati membri notificano alla Commissione Europea i prodotti che rappresentano un rischio grave per la salute pubblica e per la sicurezza dei consumatori. Il titolare dell’azienda importatrice è stato segnalato all'autorità giudiziaria per violazione alle norme in tema di sicurezza prodotti.

Non è la prima volta che le Fiamme Gialle di Ravenna, sempre attente alla salute dei cittadini soprattutto quando si parla dei più piccoli, ritirano dal mercato prodotti pericolosi. Nel corso dell’anno, infatti, con diversi interventi, i baschi verdi hanno sequestrato oltre 6.000 bastoncini di incenso contenenti sostanze chimiche che, se propagate nell’aria a seguito della combustione, possono rivelarsi altamente nocive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocattoli pericolosi nel mirino: la Finanza sequestra archi "indiani"

RavennaToday è in caricamento