Inaugura a Massa Lombarda il servizio "pronto farmaco"

Il sindaco ha ribadito l’apprezzamento per i volontari dell’Associazione che, senza chiedere niente in cambio, sono sempre a disposizione della città

Grandi novità per Massa Lombarda. E' stato inaugurato venerdì mattina il nuovo Fiat Doblò, acquistato grazie alla raccolta del 5x1000 e alla generosa donazione della Famiglia Lusa, che sarà da ora in avanti utilizzato dai volontari, insieme agli altri mezzi del parco macchine di Auser Massa Lombarda, per il servizio di accompagnamento verso i presidi ospedalieri di chi si trovi in stato di necessità.

Presenti all’inaugurazione, oltre ai volontari di Auser Massa Lombarda e al responsabile del Circolo di Volontariato, Angelo Guardigli, il Presidente di Auser Emilia Romagna, Fausto Viviani, la Presidente di Auser Ravenna, Mirella Rossi, il Sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, la Vicesindaca, Carolina Ghiselli e il Parroco, Don Pietro Marchetti, che ha dato la sua benedizione al nuovo mezzo.

Il sindaco ha ribadito l’apprezzamento per i volontari dell’Associazione che, senza chiedere niente in cambio, sono sempre a disposizione della città e ha contemporaneamente invitato tutti gli scettici ad avvicinarsi ad Auser, per conoscere da vicino le persone che rendono ogni giorno più ricca tutta la comunità, perché "senza i loro servizi saremmo tutti più poveri, dato che tante cose non riusciremmo a farle".

Seguendo l’esempio dell’attività già avviata a Ravenna, anche a Massa Lombarda si è voluto pensare a chi ha difficoltà a recarsi personalmente in farmacia per reperire i medicinali necessari, ad esempio, per seguire determinate terapie. Il servizio, che sarà attivo da luglio in via sperimentale, per sei mesi, è stato studiato e realizzato da Auser e dall’Amministrazione Comunale, in collaborazione con i medici di base e le Farmacie Dal Mulino, del dottor Tabanelli (Via Martiri Della Libertà, 1) e San Paolo (Via Vittorio Veneto, 52) di Massa Lombarda.

Saranno i medici di base, grazie a schede appositamente approntate, da compilare insieme ai pazienti, a segnalare chi si trovi effettivamente in stato di necessità per ricevere il servizio e a richiedere, chiamando direttamente Auser, la consegna dei medicinali. Il servizio, per il momento, sarà attivo due giorni la settimana, salvo urgenze che saranno, comunque, tenute in considerazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad occuparsi del ritiro e della consegna dei farmaci saranno i 18 volontari già attivi nel servizio di accompagnamento. Il presidente Viviani ha ricordato che "il farmaco è cura, ma anche la relazione è cura, quindi con questo percorso, grazie al quale il farmaco viene portato dai nostri volontari, che non si limitano a fornire un mero servizio, ma che creano sempre relazioni, al farmaco si unisce il valore aggiunto della relazione, creando una sorta di effetto placebo che non può non aumentarne l’efficacia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento