Riorganizzazione del servizio edilizia: "Non sarà pregiudicata la riqualificazione dei capanni"

"Dobbiamo comunque renderci conto che il ruolo del Servizio è sicuramente quello di esaminare le pratiche presentate", afferma Asioli

"La riorganizzazione del servizio edilizia non pregiudicherà il percorso di riqualificazione dei capanni". Lo garantisce l'assessore all'urbanistica Libero Asioli. "Ci rendiamo perfettamente conto dell'importanza del Servizio Edilizia per l'economia del nostro territorio, tanto che abbiamo avviato una profonda revisione di semplificazione del regolamento urbanistico ed edilizio e nello stesso tempo una riorganizzazione dello stesso Servizio - premette Asioli -. Dobbiamo comunque renderci conto che il ruolo del Servizio è sicuramente quello di esaminare le pratiche presentate e portarle a conclusione nel più breve tempo possibile, ma è anche quello di mettere in pratica e fare rispettare la normativa in materia e come sappiamo i “no” non sono mai accolti con entusiasmo".

"Ogni riorganizzazione deve essere vista in un'ottica complessiva di miglioramento del servizio e detta riorganizzazione va nella direzione di un sempre maggiore perseguimento del principio di trasparenza da un lato e di una maggiore efficacia ed efficienza del Servizio dall'altro - chiosa l'assessore -. La lamentata diversità di vedute da parte di tecnici del Servizio Sue, per quanto non auspicabile è comunque a volte giustificabile dalla corposa proliferazione normativa che ha interessato il Servizio negli ultimi anni rivedendo e a volte stravolgendo concetti operativi acquisiti in anni di esperienza. A fronte di ciò si è messo in atto un serrato confronto all'interno ed è stato anche formulato un “vademecum” operativo quale guida per gli interni, su problematiche particolarmente complesse e utile riferimento anche per i professionisti esterni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La riorganizzazione proposta - conclude Asioli - ha inteso anche dare risposta all'esigenza di implementare il numero di dipendenti destinati ad esaminare le pratiche dei capanni, proprio per consentire di esaminare contestualmente un maggior numero di pratiche. Quanto ai non meglio precisati rilievi sulla gestione e sui guai che affliggerebbero il Servizio un solo dato per tutti, riferito proprio ai tanto monitorati capanni: le istanze fin qui presentate sono state evase con tempi medi di circa 50 giorni. Tempistica che, considerata la complessità della materia trattata e la laboriosità delle verifiche e controlli da effettuare, si ritiene possa essere di discreta soddisfazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento