Sfregio all'opera contro la violenza sulle donne, la ferma condanna della Cgil

"Non si liquidano certe azioni con il termine “ragazzate”; atti così subdoli, contro le donne, sono la palese manifestazione dell’ancestrale misoginia patriarcale di chi le donne le vuole silenziate"

La Rete donne della Cgil di Ravenna esprime solidarietà alla cittadinanza di Lavezzola e all’associazione “Il caffè delle ragazze”. "Lo sfregio arrecato all’opera di Filippo Giberto è un’offesa a tutte, donne e uomini, e una ferita alla coscienza di ognuno di noi. Non si liquidano certe azioni con il termine “ragazzate”; atti così subdoli, contro le donne, sono la palese manifestazione dell’ancestrale misoginia patriarcale di chi le donne le vuole silenziate. Nessuno è autorizzato a sentirsi assolto quando si calpestano i diritti delle donne: sarebbe un’offesa per tutte le donne che hanno subito e che non vogliono più subire. La violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani. Non sarà possibile recuperare a breve l’opera deturpata; ma appena si potrà verrà organizzato un evento pubblico per la ricollocazione in loco. Le donne della Cgil auspicano che simili episodi non si ripetano, mai più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Camion dei pompieri si ribalta di ritorno da un incidente: 3 feriti in ospedale

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Un lupo alle porte del centro città: "Ha la rogna, ma non è pericoloso"

  • Coronavirus, numeri ancora alti: 17 vittime nel ravennate, muore un 55enne

Torna su
RavennaToday è in caricamento